Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/271: MATTHEW JORDAN ALL'ULTIMO COLPO NELL'ITALIAN CHALLENGE

L'inglese si impone al playoff sull'azzurro Scalise


MONTEROSI (VT) - Usciamo per un po’ dagli schemi del PGA, e dell’European Tour, per vedere come vanno le cose con l’Italian Challenge. Il Challenge Tour è il tour di golf professionale maschile europeo di secondo livello. È gestito dal PGA European Tour e, come per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/270: IL GOLF ABBRACCIA LA SOLIDARIETA’

A Ca' della Nave l'undicesimo Trofeo Par 108


MARTELLAGO - Non finisce di stupire il Par 108. È nato bene, ed è un continuo crescendo: per l’affiatamento dei soci, e la buona organizzazione. Domenica il loro Comitato ha programmato una Louisiana a quattro giocatori, 18 buche stableford sul percorso del Club di Ca della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/269: SETTE AZZURRI IN GARA IN GERMANIA PER L'EUROTOUR

Con una spettacolare rimonta Andrea Pavan vince il Bmw International


MONACO DI BAVIERA (GER) - Edoardo Molinari, Guido Migliozzi, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan, Filippo Bergamaschi e Renato Paratore reduce quest’ultimo dall’US Open, sua prima esperienza in un major, scendono in campo al Golf Club München Eichenried di Monaco di Baviera,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scoperti dai Carabinieri grazie alla segnalazioni di alcuni cittadini

TRE ECOFURBI INDIVIDUATI AD ASOLO: 600 EURO DI MULTA A TESTA

Avevano gettati sacchi di rifiuti lungo il torrente Erega a Pagnano


ASOLO - Avevano gettato quattro sacchi di rifiuti, per fortuna non pericolosi, lungo il torrente Erega a Pagnano.
Nei giorni scorsi i Carabinieri Forestale sono riusciti a individuare i responsabili di un abbandono abusivo: gli ecofurbi sono tre persone residenti nel circondario di Asolo. L’operazione è stata avviata grazie alla segnalazione del materiale abbandonato da parte di alcuni cittadini: esaminando i rifiuti e altri elementi utili rinvenuti, i Carabinieri, in collaborazione con l' Ufficio Ambiente del Comune, la Polizia Locale e Contarina, sono risaliti agli autori del gesto. Per loro è scattata quindi la sanzione di 600 euro a testa. Inoltre, verranno loro addebitati i costi della rimozione, già avvenuta
“Il contrasto all’abbandono dei rifiuti e l’azione di controllo e monitoraggio sono massimi - commenta Mauro Migliorini, sindaco di Asolo - e l’impegno dell'amministrazione comunale nel voler arginare e risolvere questo grave problema continua senza sosta. Questa circostanza dimostra quanto l’intervento e la partecipazione dei cittadini sia fondamentale. Ne approfitto per ringraziare i Carabinieri Forestale e la Polizia Locale per l'attività di controllo, che ha permesso di individuare i colpevoli di un gesto incivile e inaccettabile”.