Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scoperti dai Carabinieri grazie alla segnalazioni di alcuni cittadini

TRE ECOFURBI INDIVIDUATI AD ASOLO: 600 EURO DI MULTA A TESTA

Avevano gettati sacchi di rifiuti lungo il torrente Erega a Pagnano


ASOLO - Avevano gettato quattro sacchi di rifiuti, per fortuna non pericolosi, lungo il torrente Erega a Pagnano.
Nei giorni scorsi i Carabinieri Forestale sono riusciti a individuare i responsabili di un abbandono abusivo: gli ecofurbi sono tre persone residenti nel circondario di Asolo. L’operazione è stata avviata grazie alla segnalazione del materiale abbandonato da parte di alcuni cittadini: esaminando i rifiuti e altri elementi utili rinvenuti, i Carabinieri, in collaborazione con l' Ufficio Ambiente del Comune, la Polizia Locale e Contarina, sono risaliti agli autori del gesto. Per loro è scattata quindi la sanzione di 600 euro a testa. Inoltre, verranno loro addebitati i costi della rimozione, già avvenuta
“Il contrasto all’abbandono dei rifiuti e l’azione di controllo e monitoraggio sono massimi - commenta Mauro Migliorini, sindaco di Asolo - e l’impegno dell'amministrazione comunale nel voler arginare e risolvere questo grave problema continua senza sosta. Questa circostanza dimostra quanto l’intervento e la partecipazione dei cittadini sia fondamentale. Ne approfitto per ringraziare i Carabinieri Forestale e la Polizia Locale per l'attività di controllo, che ha permesso di individuare i colpevoli di un gesto incivile e inaccettabile”.