Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 Č DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scoperti dai Carabinieri grazie alla segnalazioni di alcuni cittadini

TRE ECOFURBI INDIVIDUATI AD ASOLO: 600 EURO DI MULTA A TESTA

Avevano gettati sacchi di rifiuti lungo il torrente Erega a Pagnano


ASOLO - Avevano gettato quattro sacchi di rifiuti, per fortuna non pericolosi, lungo il torrente Erega a Pagnano.
Nei giorni scorsi i Carabinieri Forestale sono riusciti a individuare i responsabili di un abbandono abusivo: gli ecofurbi sono tre persone residenti nel circondario di Asolo. L’operazione è stata avviata grazie alla segnalazione del materiale abbandonato da parte di alcuni cittadini: esaminando i rifiuti e altri elementi utili rinvenuti, i Carabinieri, in collaborazione con l' Ufficio Ambiente del Comune, la Polizia Locale e Contarina, sono risaliti agli autori del gesto. Per loro è scattata quindi la sanzione di 600 euro a testa. Inoltre, verranno loro addebitati i costi della rimozione, già avvenuta
“Il contrasto all’abbandono dei rifiuti e l’azione di controllo e monitoraggio sono massimi - commenta Mauro Migliorini, sindaco di Asolo - e l’impegno dell'amministrazione comunale nel voler arginare e risolvere questo grave problema continua senza sosta. Questa circostanza dimostra quanto l’intervento e la partecipazione dei cittadini sia fondamentale. Ne approfitto per ringraziare i Carabinieri Forestale e la Polizia Locale per l'attività di controllo, che ha permesso di individuare i colpevoli di un gesto incivile e inaccettabile”.