Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 ╚ DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Qualche problema per la viabilitÓ "Ma - dice il sindaco - la cittÓ sarÓ pi¨ bella"

L'ADUNATA PRENDE FORMA, NELLE PIAZZE QUASI PRONTE LE STRUTTURE

Al lavoro operai e volontari della Protezione civile



TREVISO -
L'Adunata nazionale degli Alpini va prendendo forma in città. In molte piazze, sono ormai quasi pronte le strutture collegate al grande raduno: in piazzale Burchiellati e in piazza del Grano sono già pressoché completati i grandi padiglioni della ristorazione. Sulle Mura al Bastione San Marco è situato l'Expo del territorio con i prodotti enogastronomici, mentre in piazza Duomo è stata montanta una trentina di stand delle aziende partner ufficiali dell'evento. Gli organizzatori stimano che nella tre giorni verranno spillati almeno 150mila litri di birra. Per il vino, invece, gran parte delle penne nere provvederanno portandosi direttamente scorte da casa.
Grande curiosità sta già suscitando la cittadella militare, all'ex Pattinodromo, dove il corpo degli Alpini presenterà le proprie attività e le proprie attrezzature: è già atterrato anche un elicottero dell'aviazione dell'Esercito. E, accanto, gli addetti stanno erigendo pure l'ospedale da campo dell'Ana, dotato anche di una piccola sala operatoria, per malaugurate emergenze sanitarie.
Al lavoro anche i volontari della Protezione civile Ana: come tradizione in occasione di ogni Adunata, gli alpini "donano" alla città alcune opere pubbliche. Per Treviso, risistemeranno il parco pubblico Mazzotti, lungo viale Cairoli, il ponte sul Sile di fronte all'università, 22 fontane nel centro cittadino e i giardini di 23 scuole.
"Si dice che gli alpini lasciano i luoghi che li ospitano migliori di come li hanno trovati – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – l’Adunata è anche questo. Come accade con le Olimpiadi o i grandi eventi che scandiscono un’occasione importante anche la città si attrezza, lavora, si tira a lucido. Per questo devo ringraziare, oltre al COA anche i miei uffici, i lavori pubblici che per giorni e giorni hanno messo a punto gli interventi realizzati sì per l’Adunata ma che, passati i tre giorni di festa, resteranno nel tempo alla città".

Forse anche a causa del primo afflusso di partecipanti all'adunata e della chiusura dei parcheggi in centro e negli immediati dintorni, in mattinata si sono verificati ingorghi e rallentamenti in alcune delle principali arterie viarie verso la città.  Il sindaco Manildo si appella alla collaborazione dei cittadini: "Lo so, gli esigenti lavori preparatori, simili ad un evento olimpico creeranno qualche disagio temporaneo, ma gli alpini ci regaleranno una città ancora più bella. Lo ripeto: conosco anch’io i disagi, soprattutto per quanto riguarda la viabilità che un evento come questo comporta ma i nostri vigili sono sempre in contatto con gli organizzatori per far sì che tutto si svolga al meglio. Sono tante le immagini positive che mi arrivano: vedere gli alpini al lavoro, ragazzi che si scattano foto con loro, assistere alla creazione di una città nella città è anche molto emozionante. Sono certo che nei prossimi giorni la bellezza dell’Adunata arriverà anche a chi oggi è chiamato a cambiare per qualche giorno le proprie abitudini”.