Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 Č DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sindaco e Coa: "Occorre garantire sicurezza e decoro"

SEQUESTRATO IL PRIMO "TRABICCOLO": BLOCCATO IN CENTRO ALLE 3 DI NOTTE

L'Adunata di Treviso mette al bando i veicoli "truccati"


TREVISO - La Polizia locale di Treviso ha sequestrato il primo "trabiccolo". Il mezzo, un'Ape modificata, era privo di assicurazione ed è stato bloccato dagli agenti, in applicazione all'ordinanza che mette al bando questi veicoli, in via Roma, nei pressi di ponte San Martino alle 3.05 di questa mattina.

Comune e Comitato organizzatore dell'Adunata hanno dichiarato guerra ai "trabiccoli", ovvero quei veicoli costruiti o modificati artigianamente, che di solito invadono le città in occasione delle Adunate nazionali. Anziché un aspetto folcloristico, tuttavia, questi mezzi costituiscono ormai un rischio per la sicurezza di chi ci viaggia e per le altre persone e si sono resi protagonisti di incidenti, in alcuni casi anche con gravi conseguenze.
Proprio per evitare questi pericoli, il sindaco Giovanni Manildo nei giorni scorsi ha emanato un'ordinanza che ne vieta la circolazione in tutto il territorio comunale, e in particolare nel centro storico, dalle 13 di giovedì fino alle 24 di domenica, comprendendo sia i mezzi a motore sia quelli spinti a braccia. Per i trasgressori sono previste multe salate. Naturalmente, sono esclusi i veicoli, come jeep di tipo militare, regolarmente immatricolati.
Il provvedimento è stato preso in perfetta sintonia con il Comitato organizzatore dell'Adunata del Piave: “Non dimentichiamo che l’Adunata è un momento forte, intenso in cui noi Alpini ricordiamo i nostri valori, il senso di appartenenza, l’amore per la Patria” dichiara il presidente Luigi Cailotto, convinto che il raduno delle penne nere non possa e non debba essere trasformato in una sorta di October Fest a cui venga messo un posticcio cappello alpino.
Principi a cui si richiama anche il sindaco Giovanni Manildo: “Sono accanto all’Ana nell’obiettivo di assicurare un’adunata divertente ma all’insegna del rispetto dei veri valori alpini. Dobbiamo garantire una festa rispettosa della sicurezza propria, di tutti coloro che parteciperanno e degli altri alpini. E’ questo il senso dell’ordinanza che abbiamo emanato e dell’impegno del Son, Servizio Ordine Nazionale alpino e della Polizia locale nel garantirlo”. “