Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Se n'è andato a 76 anni il coach che rese grande la Liberti

TREVISO PIANGE MARIO DE SISTI, IL PIONIERE DEL BASKET

Aveva allenato in tutto il mondo, anche in Africa e Sudamerica


TREVISO - Addio Mario De Sisti, il pioniere della pallacanestro trevigiana. Aveva compiuto da poco 76 anni, era nato a Ferrara il 3 aprile 1941. E' morto questa mattina in una clinica privata di Ferrara, la città natale. La pallacanestro trevigiana ed italiana piange la scomparsa di un allenatore che in carriera era stato capace di regalare tre promozioni in A1 e pure una storica Coppa Korac alla Virtus Roma nel 1986. Di fatto uno dei tecnici che avevano contributo alla definitiva trasformazione della pallacanestro in basket, uno sport più moderno senza perdere il suo alone romantico ed eroico. A Treviso indimenticabili le sue stagioni alla Liberti, dal 1977 al 1981, con le storiche promozioni dalla B alla a2 e dalla A2 alla A1. Aveva allenato la nazionale italiana under 18, ma anche Udine e Treviso, Gorizia e Virtus Roma, Pallacanestro Livorno e Sassari, Napoli e Reyer Venezia, Pistoia, Torino, Rovereto. La sua visione della pallacanestro e la capacità di guardare oltre lo avevano portato, ben prima delle esperienze degli ultimi allenatori di casa nostra, all’estero, alla guida del Nyon e della Nazionale svizzera, della nazionale dell’Uruguay e della Repubblica Centrafricana. I funerali si terranno martedì 16 maggio alle ore 15 nella chiesa dell’Immacolata di piazzale Dante a Ferrara. Lunedì in occasione di garauno fra De' Longhi e Kontatto sarà osservato un minuto di raccoglimento.