Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Se n'è andato a 76 anni il coach che rese grande la Liberti

TREVISO PIANGE MARIO DE SISTI, IL PIONIERE DEL BASKET

Aveva allenato in tutto il mondo, anche in Africa e Sudamerica


TREVISO - Addio Mario De Sisti, il pioniere della pallacanestro trevigiana. Aveva compiuto da poco 76 anni, era nato a Ferrara il 3 aprile 1941. E' morto questa mattina in una clinica privata di Ferrara, la città natale. La pallacanestro trevigiana ed italiana piange la scomparsa di un allenatore che in carriera era stato capace di regalare tre promozioni in A1 e pure una storica Coppa Korac alla Virtus Roma nel 1986. Di fatto uno dei tecnici che avevano contributo alla definitiva trasformazione della pallacanestro in basket, uno sport più moderno senza perdere il suo alone romantico ed eroico. A Treviso indimenticabili le sue stagioni alla Liberti, dal 1977 al 1981, con le storiche promozioni dalla B alla a2 e dalla A2 alla A1. Aveva allenato la nazionale italiana under 18, ma anche Udine e Treviso, Gorizia e Virtus Roma, Pallacanestro Livorno e Sassari, Napoli e Reyer Venezia, Pistoia, Torino, Rovereto. La sua visione della pallacanestro e la capacità di guardare oltre lo avevano portato, ben prima delle esperienze degli ultimi allenatori di casa nostra, all’estero, alla guida del Nyon e della Nazionale svizzera, della nazionale dell’Uruguay e della Repubblica Centrafricana. I funerali si terranno martedì 16 maggio alle ore 15 nella chiesa dell’Immacolata di piazzale Dante a Ferrara. Lunedì in occasione di garauno fra De' Longhi e Kontatto sarà osservato un minuto di raccoglimento.