Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Determinante l'errore di Davide Moretti alla sirena

GARAUNO STREGATA, LA FORTITUDO PASSA AL PALAVERDE DI UN PUNTO

Partita altamente equilibrata e combattuta


TREVISO - Esattamente come l'anno scorso, anzi in maniera ancora più crudele: la Fortitudo espugna il Palaverde in garauno con appena un punto di vantaggio. Decisivo l'errore di Moretti alla sirena.

Quintetto ormai consolidato per Pillastrini con Fantinelli, Moretti, Perl, Perry e Ancellotti. Boniciolli sceglie Ruzzier, Legion, Knox, Mancinelli e il mastino Campogrande con il chiaro intento di metterlo in marcatura su Fantinelli per togliere brillantezza e lucidità al capitano biancoazzurro. Parte bene la Fortitudo con un sottomano rovesciato di Ruzzier e l’inchiodata di Knox. La De’ Longhi ci mette due minuti buoni a carburare poi trova finalmente i primi due punti dalla lunetta con Perry e una bella tripla dall’angolo di Moretti. Botta-risposta Ruzzier-Fantinelli e a metà frazione Treviso è avanti 7-6. Vita dura per gli attacchi e cominciano a volare le prime scintille sotto canestro: Knox deve accomodarsi in panchina con due falli, Perry si beve Mancinelli e inchioda il 9-6. Neanche il tempo di esultare e lo stesso Mancinelli riporta la Kontatto a -1. TVB parte a razzo in attacco e Saccaggi spara il fade-away uscendo dal blocco: è 11-8 e il Palaverde ha già ampiamente superato il livello di guardia in quanto a decibel. TVB prova a scappare con due liberi di Fantinelli, ma qualche palla persa di troppo blocca le velleità della Pillastrini-band. La Fortitudo ricuce lo strappo dalla lunetta, pur sprecando qualcosa di troppo, e sorpassa con un infallibile Candi. In un quarto decisamente anomalo, dove si continua a segnare solo dalla lunetta, Bologna conserva un punticino di vantaggio e chiude 15-14. Riparte col piede giusto la Fortitudo e lo fa grazie ad Italiano e Cinciarini. Pillastrini chiama subito il time-out, ma la Kontatto allunga ancora con Legion e, soprattutto, difende alla morte, chiudendo bene l’area e rendendo la vita molto difficile per l’attacco di TVB. Ci pensa allora Zoltan Perl a caricarsi la squadra sulle spalle, sfruttando i suoi mezzi fisici per penetrare il fortino ospite, procurarsi e realizzare quattro tiri liberi di fila. Mancinelli spegne gli entusiasmi con una tripla, Legion schiaccia il +8: a metà del secondo quarto TVB è sotto per 26-18 e non ha segnato su azione negli ultimi dieci minuti. Ed ecco allora la tripla di Perl, colpevolmente battezzato dalla difesa ospite. E’ un bel segnale per Treviso, che sospinta dal suo pubblico torna fino al -2 grazie a Moretti e ad un super Perry. Altra tripla di un Mancinelli già in doppia cifra, immediata la replica di Perry per il 29-31. Bologna approfitta di un paio di circostanze favorevoli e piazza un mini-break di 6-0 che le consente di arrivare al riposo lungo avanti di 8. La De’ Longhi stravince il confronto a rimbalzo (24-12), ma paga le basse percentuali dal campo (32% contro il 45% ospite). Da limitare anche le palle perse, ben 11 a fronte di soli due recuperi. In attivo invece il saldo della Kontatto con 7 recuperi e solo due perse.

In avvio di terzo quarto subito due lampi di Treviso con Ancellotti e Perl per il -4. Legion di classe pura ricaccia indietro TVB, poi Pillastrini deve fare i conti col terzo fallo di Fantinelli. Bologna continua a trovare la via del canestro con regolarità, la De’ Longhi ha in Perry e Moretti i suoi fari in attacco e quando si accende anche Ancellotti il break è servito: 8-1 e aggancio ad un passo (47-48). Pareggio che arriva al 28’ con una bomba di Saccaggi. Knox fa ripartire la Fortitudo, Moretti la riprende dalla lunetta (già in doppia cifra con 8/10 ai liberi). E’ sempre Moretti a compiere il capolavoro segnando e subendo il fallo di Ruzzier. Gioco da tre punti completato e 55-52 servito. Candi lucra due punti dalla lunetta, ma alla terza sirena ad avere il naso avanti è la De’ Longhi.

Il fallo di Legion sul tentativo da tre di Saccaggi regala alla guardia toscana una ghiotta opportunità, solo parzialmente sfruttata. Mancinelli e Legion firmano il controsorpasso, prima del capolavoro di Perl, che con un gioco da tre punti castiga Legion. Tocca ad Ancellotti ed al suo piede perno, ed il ciuff del centro reggiano significa 62-58 e time-out per Boniciolli. Ci sono ancora oltre sette minuti da giocare, ma la De’ Longhi sembra aver trovato la giusta via. Splendido assist di Rinaldi per Saccaggi ed è +6. Legion da tre dimezza lo svantaggio, Cinciarini ci mette tutto il suo mestiere e talento per il nuovo -1. Quarto fallo di Fantinelli poi Legion gela il Palaverde con la tripla del sorpasso. Un volitivo Moretti si procura il quinto fallo di Ruzzier e trasforma i liberi. Nell’azione seguente quinto fallo anche per Ancellotti, poi ancora Moretti per il +3 prima del doppio colpo di Knox (schiacciata e piazzato) in una partita che continua a regalare emozioni. Ricomincia l’altalena, prima con Perry ai liberi, poi con il solito gancio di Mancinelli, quindi con l’ennesimo viaggio proficuo di Moretti in lunetta (20 per lui). Candi schiaccia il nuovo vantaggio, ma subito dopo commette il quinto fallo. TVB mette la freccia con Perl, Knox inchioda di prepotenza il 76-75 Kontatto. Ancora e sempre Moretti ai liberi per il 77-76 con cui si entra nell’ultimo minuto di gioco. I fischi del Palaverde si fanno assordanti e il time-out serve a prendere fiato in vista degli assalti finali. Sbaglia Cinciarini, Perl fallisce il match point e Fantinelli spende il quinto fallo su Legion, che non sbaglia i personali. Time-out per Pillastrini sul 78-77 per Bologna quando sul cronometro ci sono solo sei secondi e spiccioli da giocare. Palla a Moretti, Montano difende bene e la preghiera non va. Mercoledì si replica, sempre al Palaverde.
Nell'altra garauno dei quarti, Orsi Tortona-Alma Trieste 53-75.



DE’ LONGHI TREVISO BASKET – KONTATTO FORTITUDO BOLOGNA 77-78

DE’ LONGHI: Fantinelli 4 (1/3, 0/1), Moretti 22 (2/7, 1/3), Perl 15 (2/5, 1/3), Perry 19 (4/9, 2/3), Ancellotti 8 (4/5 da 2); Malbasa, Saccaggi 9 (2/4, 1/1), Rinaldi (0/2 da due), Negri (0/1 da due), La Torre. NE: Poser, Marini. All.: Pillastrini

FORTITUDO: Ruzzier 4 (2/3, 0/1), Legion 20 (6/14, 2/4), Campogrande (0/1 da tre), Mancinelli 18 (6/9, 2/3), Knox 14 (6/10, 0/1); Candi 10 (2/4 da due), Montano, Cinciarini 7 (3/8 da due), Gandini 1 (0/1, 0/1), Raucci, Italiano 4 (1/2, 0/1), NE: Costanzelli. All: Boniciolli.

ARBITRI: Bongiorni, Beneduce, Pepponi

NOTE: pq 14-15, sq 29-37, tq 55-54. Tiri liberi: Treviso 32/39, Fortitudo 14/20. Rimbalzi: Treviso 36+5 (Fantinelli 10 dif.), Fortitudo 22+1 (Mancinelli 6 dif.). Assist: Treviso 14 (Fantinelli 7), Fortitudo 16 (Mancinelli 5). 5 falli: Ruzzier al 35’19” (65-66), Ancellotti al 35’31” (67-66), Candi al 38’26” (73-74), Fantinelli al 39’54” (77-76). Spettatori: 5.213