Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appuntamento mercoledì all'auditorium di piazza delle Istituzioni

BARBERO INDAGA SUI GENERALI NELLA DISFATTA DI CAPORETTO

Il noto storico e divulgatore terrà una confernza a Treviso


TREVISO - Rappresenta la peggior sconfitta subita dall'esercito italiano nell'era recente, tanto da segnare in profondità la coscienza collettiva del paese ed entrare nel linguaggio comune come sinomimo di disfatta. La battaglia di Caporetto, inziata nella notte del 24 ottobre 1917, costituisce tuttora una dibattuta pagina di storia. Fu colpa dell'arrendevolezza delle truppe italiane, come cercò di giustificarsi il generale Luigi Cadorna, comandante supremo delle forze armate? Oppure - come ormai accertato dalla storiografia - vi furono pesanti responsabilità dei vertici militari? Proverà a rispondere Alessandro Barbero, storico specializzato in storia militare e del Medioevo professore all'università del Piemonte Orientale, noto al grande pubblico per le sue collaborazioni alla trasmissione televisiva Super Quark. Mercoledì 24 maggio (giorno dell'entrata in guerra dell'Italia nel primo conflitto mondiale) Barbero terrà una conferenza  su "I generali italiani a Caporetto", alle 19 all'Auditorium della Fondazione Cassamarca, in piazza delle Istituzioni.
L'appuntamento, ad ingresso libero, rientra nel ciclo di incontri "1914-1918. Combattenti e non solo: protagonisti e vittime della Grande Guerra", organizzati dal Gruppo Alpini per Treviso, in collaborazione con l'Università di Trento.