Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Allo Spazio Lazzari dialogheranno con le installazioni di Alberto Feltrin

LE MACROSCULTURE DI TONI BENETTON TORNANO A TREVISO

Omaggio al maestro del ferro, a 15 anni dall'ultima retrospettiva


TREVISO - Accadde a Treviso nel 2002: trentotto sculture di varie dimensioni e undici disegni di Toni Benetton nei luoghi e nelle piazze di Treviso costituirono il percorso della mostra retrospettiva “Dialoghi con la città”, nata da un’idea di Paolo Pinciroli, curatore della mostra, e di Italo Lazzari. L’omaggio a Toni Benetton (1910- 1996) presentava un ritratto completo e complesso del maestro del ferro e delle macrosculture, selezionate dal curatore insieme alla moglie dello scultore, Ada Allegro Benetton, ed al figlio Giovanni. Dalla “Grande Sfera” all’imbocco di via Roma a Piazza Sant’Andrea (lo Zodiaco della Fontana), da Piazza Pola a Sant’Agostino, da via Canoniche a Palazzo Giacomelli, trevigiani, turisti ed esperti d’arte incontrarono – dal dicembre 2002 al marzo 2003 - l’artista nel contesto della sua città natale. Installazioni temporanee che rimasero in centro storico solo nel periodo della mostra, accanto a quelle permanenti, per richiamare l’attenzione sulla ricerca artistica ed espressiva di uno dei più importanti scultori italiani del Novecento. Inoltre la mostra mise in luce uno degli aspetti meno noti dello scultore, ma egualmente importante per la comprensione della sua arte poliedrica: disegni ed acquerelli (esposti allo Spazio Lazzari) con cui inizialmente fermava sulla carta - con estrema attenzione - idee, progetti e soggetti da forgiare. Quindici anni dopo quell’importante progetto espositivo, l’Associazione Culturale Lazzari riannoda il filo della memoria sul genio di Toni Benetton che ispirò “Dialoghi con la città”, sicuramente la più importante mostra a “cielo aperto” vista a Treviso, allestendo da Spazio Lazzari, in via Paris Bordone, “Toni Benetton + Neonlauro”.
Il dialogo nel 2017 prosegue tra il grande maestro di ieri e un artista emergente del presente, Alberto Feltrin, che ha creato – elaborando gli elementi di “Neonlauro” – delle inedite installazioni luminose inserite in una selezione di macrosculture del maestro, provenienti dal Museo Toni Benetton di Villa La Marignana a Mogliano Veneto: Sfera Girevole (1980), Solidi (1995), Spazio 3 (1964). Inoltre a completare lo studio sull’opera di Benetton, nel corridoio d’accesso allo Spazio Lazzari sono esposti i suoi disegni “Townscapes” 1984-1989.
“Forme di luce” è il tema del nuovo allestimento, che verrà presentato venerdì 26 maggio, dalle 18, dai curatori Giovanni Benetton, Vanessa Ragazzi e Alberto
Feltrin insieme a Italo Lazzari, presidente dell’Associazione Culturale Lazzari. Evento nell’evento, sarà presentato nella stessa occasione il catalogo di “Dialoghi con la città”, editato dall’Associazione Culturale Lazzari a cura di Luca Facchini, con il patrocinio della Regione Veneto e della Città di Treviso. Il volume riprende il percorso della retrospettiva 2002-2003 tramite le immagini di tutte le macrosculture collocate negli spazi urbani, accompagnate dai testi redatti dalla giornalista Cristiana Sparvoli per illustrare la genesi della mostra che ebbe due “padri”, Paolo Pinciroli e Italo Lazzari, che l’hanno sostenuta fino in fondo. In catalogo anche un intervento di Ada Benetton sul progetto espositivo e il racconto di un’esperienza del figlio Giovanni, che nel 2002 si occupò della complessa macchina dell’allestimento per trasportare le grandi opere del padre (e maestro) dal museo di Villa La Marignana fino a Treviso.
Il catalogo (progetto grafico di Ubis Three) è stato stampato in una tiratura limitata di 500 copie, che saranno disponibili in mostra versando un’offerta libera e responsabile. L’intero ricavato sarà devoluto ai progetti dell’Associazione “Per Mio Figlio” Onlus.

Toni Benetton + Neonlauro
02 Dialoghi con la città – 17 Forme di luce
Spazio Lazzari, via Paris Bordone 14-16 Treviso
Venerdì 26 maggio ore 18:00 (ingresso libero)

Apertura esposizione fino al 3 settembre 2017

Orari: Lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì: 11-19:30. Sabato: 10-19:30.
Domenica: 15:30-19:30 Martedì: chiuso