Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vertice a Roma con Padoan, si materializza lo spettro bail-in

BANCHE VENETE, L'EUROPA BOCCIA IL PIANO DI SALVATAGGIO

L'antitrust europeo chiede un ulteriore miliardo dai privati


BRUXELLES - Fumata nera dall'Europa per le banche venete ed ora il salvataggio di Veneto Banca e Popolare di Vicenza si fa ancora più complicato. La riunione di mercoledì sera a Bruxelles tra i vertici dei due istituti (gli amministratori delegati Fabrizio Viola per il gruppo vicentino e Cristiano Carrus per quello montebellunese) e i funzionari della Direzione generale Concorrenza della Commissione europea si è conclusa con una sostanziale chiusura: l'Antitrust europeo insiste nell'esigere un ulteriore miliardo di capitale privato per dare il via libera al piano di ricapitalizzazione precauzionale - cioè con l'utilzzo di fondi pubblici - delle due ex popolari.
Giovedì è stato convocato a Roma un summit con il ministro dell'Economia, Piercarlo Padoan, e i presidenti Gianni Mion, di BpVi, e Massimo Lanza, di Veneto Banca, per valutare la situazione e approntare un possibile piano B. Lo spettro del bail-in, tuttavia, si fa sempre più concreto, almeno per una delle due banche: a pagare, in questo caso, sarebbero azionisti, obbligazionisti e correntisti con oltre centomila euro in conto.