Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ricavati due bacini per contenere eventuali piene

CONCLUSI I LAVORI DI RICALIBRATURA DEL RUSTEGHIN A MOGLIANO VENETO

Intervento da 559mila euro realizzato dal consorzio Acque Risorgive


MOGLIANO VENETO - Si sono conclusi i lavori di ricalibrazione dello scolo Rusteghin in comune di Mogliano Veneto.
L’intervento, approvato dalla Giunta regionale per un importo a base d’asta di circa 559 mila euro, è stato realizzato dal consorzio di bonifica "Acque Risorgive". Si tratta di un progetto previsto nell’ambito degli interventi strutturali sulla rete minore di bonifica e riguardanti, in questo caso, i sottobacini del fiume Zero.
Grazie ai lavori portati a termine da Acque Risorgive sono stati realizzati due bacini di laminazione che vengono utilizzati per la fitobiodepurazione, ovvero il processo naturale di abbattimento dei nutrienti presenti nelle acque, e che durante le fasi di piena svolgono la funzione di difesa idraulica, trattenendo i quantitativi di acqua in eccesso.
I lavori prevedevano inoltre la realizzazione di due manufatti con la funzione di collegamento idraulico tra i bacini di invaso, la ricalibratura dello scolo Buratti, una botte a sifone sottopassante lo scolo Rusteghin, un manufatto di sbarramento e a sfioro che ne garantisce la funzionalità e due nuovi manufatti di attraversamento sulla viabilità secondaria.