Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il giocatore lascia la De Longhi dopo appena un anno

TREVISO BASKET NON CONFERMA ANDREA SACCAGGI

"Peccato, alla seconda stagione avrei reso di più"


TREVISO - La De' Longhi Treviso Basket dopo un anno saluta Andrea Saccaggi. La dirigenza biancoceleste infatti ha esercitato l'opzione per il prolungamento del rapporto contrattuale con il giocatore Andrea Saccaggi. La società ringrazia calorosamente Andrea per la dedizione e l'impegno dimostrato nell'annata trascorsa insieme e gli augura buona fortuna per il prosiegiuo della carriera sportiva. Lui dice: "Sinceramente mi dispiace e mi resta un po‘ d‘amaro in bocca, anche se naturalmente rispetto la decisione della dirigenza, avrei voluto restare anche perché sarei stato certo che, alla seconda stagione e senza i guai fisici che ho passato quest’anno, avrei offerto certo un rendimento migliore."