Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Violento rogo scoppiato in un capannone nel Veneziano

INCENDIO A FUSINA, NESSUN PERICOLO PER TREVISO

L'Arpav dice che l'aria non è in pericolo


VENEZIA - Nessun pericolo di inquinamento per Treviso a causa del violento incendio scoppiato stamattina in un capannone a Fusina, nel veneziano, che tratta rifiuti ingombranti nello stabilimento Eco-Ricicli Veritas. A parte gli interventi degli specialisti e dei Vigili del fuoco, sono state effettuate delle analisi da parte dell'Arpav, che ha attivato il Sistema integrato per il monitoraggio ambientale e la gestione delle emergenze. Il fuoco ha provocato una imponente colonna di fumo nero, visibile da distante, ma gli accertamenti hanno stabilito che non esiste alcun pericolo per la popolazione in loco e tantomeno a distanza.