Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il Fatebenefratelli non vuole versare 3 milioni di risarcimento

FAMIGLIA TREVIGIANA FA PIGNORARE MEZZO MILIONE AD UN OSPEDALE ROMANO

Nel 2002 un neonato nacque con lesioni cerebrali


TREVISO -Una famiglia della provincia di Treviso ha fatto pignorare mezzo milione di euro in seguito ad un presunto caso di malasanità avvenuto all'ospedale romano Fatebenefratelli. La vicenda è nata da una grave lesione cerebrale subita da un neonato nel 2002, causa la mancanza di una trasfusione neonatale: il Tribunale di Roma alla fine del 2016 aveva ordinato il pagamento di tre milioni di euro ma l'avvio delle procedure per il pignoramento è iniziato solo alcune settimane fa. Il mezzo milione è solo la prima rata. Grave lesione cerebrale su neonato, famiglia trevigiana fa pignorare un ospedale romano
"Nonostante l'impegno a prendere in mano la questione l'ospedale ad oggi ha deciso di non pagare e quindi abbiamo provveduto ad un primo congelamento di conti correnti per circa mezzo milione di euro" ha spiegato Roberto Simioni, Presidente di Obiettivo Risarcimento, società di tutoring specializzata in casi di malasanità.