Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Oltre 150 tute blu in presidio in piazza delle Istituzioni

AUGUSTIN BREDA RIBATTE PUNTO SU PUNTO AI RILIEVI DELL'ELECTROLUX

Il sindacalista Fiom accusato di aver abusato dei permessi


TREVISO - Augustin Breda ha ribattuto punto su punto alle contestazioni mossegli dall'Electrolux: la multinazionale del freddo, infatti, accusa lo storico delegato Fiom dello stabilimento di Susegena di aver utilizzato in modo improprio i permessi concessi in base alla legge 104, per l'assistenza di un familiare disabile. Secondo l'accusa, anche in base alle indagini di investigatore privato ingaggiato dall'azienda, Breda non si sarebbe assentato dal lavoro, come richiesto, per assistere una zia ultranovantenne. Per questo l'industria ha sospeso in via cautelare il sindacalista.
Nella sede di Unindustria, a Treviso, si è tenuta la cosiddetta "audizione a difesa". Breda insieme al suo avvocato, ha consegnato ed illustrato una memoria in cui comprova tutti gli spostamenti e le commissioni eseguiti nei giorni in questione, giustificandoli come inerenti all'assistenza della parente.
Con lui, alla riunione anche il segretario provinciale della Fiom, Enrico Botter, e Manuale Marcon, dirigente nazionale dell'organizzazione dei metalmeccanici della Cgil. In piazza hanno atteso la fine del colloquio oltre 150 lavoratori dell'Electrolux di Susegana, altri esponenti sindacali della Fiom, ma anche rappresentanti di altre aziende della zona e di altre sigle sindacali, soprattutto organizzazioni di base. Tutti hanno denunciato il provvedimento contro Breda come un colpo all'attività sindacale in fabbrica in generale. Qualche momento di tensione quando i manifestanti hanno cercato di salire nel palazzo dell'associazione industriali per accompagnare il delegato Rsu, ma sono stati bloccati alla porta dai poliziotti della Digos. Non si è andati al di là di un po' di calca e di qualche protesta, anche pr l'intervento pacificatore dello stesso Breda. Poi le tute blu hanno atteso con pazienza l'uscita del collega.