Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/173: U.S. OPEN TRA SORPRESE E MONTEPREMI RECORD

Vince Brooks Koepka, dopo un'ecatombe di big


ERIN (USA) - È partito il 15 giugno dal Wisconsin, il secondo major della stagione, il più importante, l’US Open. Si è giocato sul tracciato dell’“Erin Hills”, un campo straordinario, e un ricchissimo montepremi, 12 milioni di dollari, il più alto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/172: RENATO PARATORE NUOVA STELLA DEL GOLF ITALIANO

Il ventenne coglie il successo al Nordea Masters.


BARSEBACK - Una nuova stella si è affacciata sul firmamento del Golf italiano. Si chiama Renato Paratore; è romano, ventenne, ma ha ormai testimoniato grande talento, e un’incredibile maturità. Incisivo e determinato come un vero Campione, ha colto il successo di questa...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/171: IL TORNEO AIGG ARRIVA IN VENETO

Settima e ottava tappa a Ca' della Nave e al Montecchia


MARTELLAGO/SELVAZZANO DENTRO - Dopo i Campi romani, dopo la Felsinea, dopo la Toscana, toccava al Veneto ospitare, l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, nel suo tour nazionale. Lo ha fatto accogliendo nei suoi bei Campi i giornalisti, all’avvio nel “girone di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tracing Identity il progetto tutto al femminile firmato da sette designer

SALONE DEL MOBILE, A OFFICINE DE CASTELLI IL PREMIO SPECIALE INTESA SANPAOLO

In special edition arredi per l'interior tutti con una precisa funzionalitÓ


MILANO - «Un progetto corale capace di esaltare le qualità produttive dell’azienda attraverso le declinazioni di progettiste che interpretano la materia prima secondo la loro personale visione d’autore», quasta la motivazione che ha portato la giuria del Salone del Mobile ad assegnare all'azienda trevigiana De Castelli il premio speciale Banca Intesa Sanpaolo per il progetto Tracing Identity.

La cerimonia che si è tenuta alla Triennale di Milano lo scorso 9 giugno ha premiato un progetto tutto al femminile: sette le designer coinvolte che hanno realizzato una collezione in metallo dal deciso protagonismo espressivo: Alessandra Baldereschi, Nathalie Dewez, Constance Guisset, Francesca Lanzavecchia, Donata Paruccini, Elena Salmistraro, Nika Zupanc hanno valorizzato le potenzialità dei metalli e delle finiture De Castelli con progetti dal contenuto emozionale, empatico, narrativo.

De Castelli ha così realizzato una special edition di arredi per l'interior in cui le opere hanno tutte una precisa funzionalità: paraventi, cabinet, tavoli e librerie declinano le tecnologie più innovative e le competenze di alto artigianato caratteristiche dell’azienda, e sono diventati l’occasione per sperimentare altre lavorazioni e superfici.

Le designer hanno risposto con entusiasmo all’opportunità di lavorare nelle Officine De Castelli, a stretto contatto con le tecnologie più innovative e con i bravissimi operai.

Tracing Identity, oltre agli arredi realizzati in edizione limitata di 100 pezzi, ha un proprio video racconto e una pubblicazione di taglio critico: un progetto articolato che diventerà lo spunto per un dibattito aperto, già programmato il 27 giugno in Triennale, che prevede la partecipazione delle protagoniste, raccoglie il contributo di alcune esperte del design e coinvolgerà la design community.

 

Giunto alla seconda edizione, il "Salone del Mobile.Milano Award 2017" riconosce il valore delle aziende, i designer, dei prodotti e degli allestimenti che hanno contribuito a rendere il Salone l'evento più prestigioso nell'ambito del design, con un richiamo mondiale e la capacità di raccontare le tendenze progettuali più avanzate.

Albino Celato, amministratore e anima dell'azienda, considera questo premio come un riconoscimento al progetto di impresa De Castelli, che «si è evoluta da buona azienda manifatturiera che realizza idee diventando ispiratore di suggestioni e sperimentazioni inedite, promuovendo progetti in cui il metallo è protagonista».