Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/252: ISPS HANDA VIC OPER, IL PRINCIPALE TORNEO D'AUSTRALIA

Lo scozzese Law e la francese Boutier beffano i favoriti di casa


GEELONG (AUSTRALIA) - È questo il principale avvenimento golfistico in Australia, in cui, a partecipare sullo stesso campo, il “13th Beach Golf Club”, sono 156 uomini e altrettante donne, seppure, queste ultime con distanze di poco ridotte. Sono 6.214 metri per i maschi, e 6mila...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/251: LE STELLE DELL'EUROPEAN TOUR PER LA PRIMA VOLTA IN ARABIA

Dopo le polemiche sui diritti umani, Dustin Johnson vince il Saudi International


GEDDA - Una sfida ad altissimo livello, con quattro dei primi cinque giocatori della classifica mondiale: l’inglese Justin Rose, numero uno vincitore la scorsa settimana del Farmers Open, gli statunitensi Brooks Koepka numero due, Dustin Johnson, numero tre, e Bryson DeChambeau numero cinque,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/250: DECHAMBEAU RE DEL DESERT CLASSIC

Matteo Manassero invitato al Saudi International


DUBAI - Compiuto l’Abu Dhabi Championship la scorsa settimana, l’European Tour rimane negli Emirati Arabi Uniti. Si disputa ora il Dubai Desert Classic, sul percorso par settantadue dell’Emirates Golf Club. Alla celebrazione dei trent’anni, partecipano Edoardo Molinari,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Quasi 5000 gli esuberi e di un impatto devastante per l'economia

POPOLARI VENETE, L'ALLARME DELLA CGIL

Vendrame:"La politica deve fare il suo lavoro"


TREVISO - Secondo la Cgil Trevigiana è allarme rosso sulle popolari venete: Veneto Banca e Popolare di Vicenza. Mercoledì 21 giugno ci sarà una scadenza importante per Veneto Banca, quella di un prestito obbligazionario subordinato di 150 milioni di euro. E allora si potrà avere un primo assaggio dello scenario futuro per il gruppo bancario di Montebelluna che con Popolare di Vicenza rappresenta l’ottavo gruppo bancario per totale attivo e totale impieghi finanziando oltre 130.000 piccole imprese italiane di cui il 37% proprio nel triveneto.
"Che la politica italiana vada a Bruxelles a battere i piedi; bisogna trovare la soluzione politica non di carattere finanziario - sostiene Giacomo Vendrame, segretario CGIL Treviso - è ora di dare un segnale forte perche il tempo sta scadendo per davvero. Rischiamo di trovarci con le macerie e governare sulle macerie non va bene a nessuno"
Dalle previsioni i tagli ci saranno ma ciò che spaventa è la dimensione che potrebbero raggiungere: è come se una delle due banche venisse cancellata.

Si parla dunque di quasi 5000 esuberi e di un impatto devastante anche per il sistema produttivo italiano, dal momento che il PIL italiano è ancorato al sistema bancario italiano e le due venete sono quasi un 10%. Se il sistema politico italiano e europeo non trovasse una soluzione il tracollo porterebbe ad una perdita di 80 miliardi secondo il dato fornito dal sottosegretario Baretta.


Galleria fotograficaGalleria fotografica