Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ala piccola di 1.93, ex di Pesaro, arriva da Ferentino

PRIMO ACQUISTO PER TVB: È BERNARDO MUSSO, ORIUNDO ARGENTINO

Campionato finito con 13.8 punti con il 46% da tre


TREVISO - Primo arrivo di prestigio in casa De' Longhi Treviso Basket, che ha raggiunto oggi la sottoscrizione dell'accordo con Bernardo Musso, "bomber" italoargentino lo scorso anno in A2 (Ovest) a Ferentino e in precedenza due anni in Serie A con Pesaro di cui è stato anche capitano.
Musso è un'ala piccola (193 cm), 31 anni (nato a Pergamino-Argentina il 17 aprile 1986), dotata di tiro, intraprendeza, energia e buone doti atletiche, con grande esperienza in Italia dove è arrivato 17enne con il fratello Victorio nel 2003. Da lì curiosamente ha giocato in tutti i primi 6 livelli della pallacanestro italiana (dalla Serie C regionale sino alla Serie A nazionale).
La scorsa stagione a Ferentino nel Girone Ovest della A2 ha viaggiato a 13.8 punti di media con un ottimo 46% da tre punti (terzo assoluto nella speciale classifica), 44% da due, 3 assist e 3.5 rimbalzi a gara.
Nelle stagioni precedenti Musso è stato in Argentina al San Lorenzo, vincendo il titolo del campionato nazionale per la prima volta nella storia del club, e per due stagioni in Serie A con la Vuelle Pesaro, di cui nel 2014/15 è stato anche il Capitano, viaggiando sempre vicino alla doppia cifra media.
Appassionato di musica, specialmente rock e musica argentina, si diletta nel suonare la chitarra, sua grande passione,
LA CARRIERA
E' arrivato in Italia nel 2003 a 17 anni con il fratello Victorio e ha disputato il campionato Serie C regionale in Sicilia con la Pallacanestro Licata...Poi, sempre col fratello, è passato in Sardegna alla Mercede Basket Alghero dove ha vinto il campionato Serie C regionale 2004-05 ed ha militato poi anche in Serie C1 Nazionale (attuale Serie C Dilettanti) la stagione seguente...Nella prima parte della stagione 2006-07 ha militato nel Santa Croce Olbia...Si è poi trasferito nelle Marche al Basket Fossombrone per restarci fino al 2008...Con la squadra marchigiana nel 2006-2007 ha vinto il campionato Serie B2 Nazionale e nel 2007-2008 ha raggiunto i playoff in Serie B Dilettanti...Nella stagione 2008-09 è a Udine e fa la sua prima esperienza in Serie A (3.1 ppg in 9 minuti di media)...Nella stagione 2009-10 ha militato nel Basket Brescia Leonessa (A2)...Dall'estate del 2010 è a Perugia Basket poi nel luglio del 2011 passa a Napoli...Nell'agosto 2012 si trasferisce alla Fulgor Libertas Forlì in Legadue...Nel 2013 firma per la Vuelle Pesaro in A, dove resta due stagioni confermandosi giocatore di grande carattere e grinta, sempre vicino alla doppia cifra di media (queste le statistiche: nel 2013/14 23 minuti, 8.9 punti a gara con il 52% da due e 34.4% da tre; nel 2014/15 27 minuti, 9.9 punti a gara con il 50% da due e 32% da tre), prima di tornare nella sua Argentina, dove è tra i grandi protagonisti della vittoria del primo titolo nazionale della storia del San Lorenzo (la squadra per cui tifa Papa Francesco), con 6 punti di media nella stagione, ma oltre 13 nella serie di Finale play off. L'anno scorso il ritorno in Italia in A2 a Ferentino (13.8 ppg).