Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Nel pomeriggio una cinquantina di persone hanno assistito alle conferenze su Ufo

LA MOSTRA DEL LIBRO PIÙ FORTE DELLA GRANDINE

I danni: vetri sfondati al piano terra della Rotonda Papadopoli


VITTORIO VENETO - Nonostante la grandine che ha sferzato Vittorio Veneto, la Mostra del libro dell'Associazione Zheneda si è svolta (quasi) regolarmente.

I volontari, guidati da Aldo Bianchi, hanno infatti dovuto fare i conti con la violentissima grandinata abbattutasi sulla città nel primo mattino di ieri. "Abbiamo aperto la mostra del libro con mezz'ora di ritardo, ovvero alle 10.30 anziché alle 10, – ricostruisce Bianchi, arrivato nella sede della mostra appena terminata la grandinata – perché la grandine ha sfondato tre vetrate al piano terreno della Rotonda Papadopoli, sede della manifestazione.

Vista la violenza delle precipitazioni e la rottura dei vetri (che abbiamo cercato di tamponare come possibile), l'acqua ha invaso i corridoi. Insieme a una mezza dozzina di volontari ci siamo armati di scope, secchi e stracci e abbiamo cercato di asciugare gli ambienti. Per eliminare l'acqua e riportare la situazione alla normalità ci sono servite un paio d'ore, ma almeno il programma culturale della giornata è stato salvato".

Il grave maltempo e i danni conseguenti hanno, come era prevedibile, portato poca gente alla mostra del libro nelle ore mattutine. Grande affluenza invece dopo pranzo per i due appuntamenti sugli Ufo curati dal Centro Ufologico Nazionale, con oltre 50 persone che hanno trascorso l'intero pomeriggio alla Rotonda per ascoltare i relatori Alfredo Benni e Renzo Tomasella.

L'associazione Zheneda, che con la collaborazione del Circolo degli editori aveva organizzato l'evento, segnalerà i danni al Comune di Vittorio Veneto. Nel corso della giornata i volontari hanno anche recuperato i manifesti pubblicitari della mostra del libro dislocati lungo la città e abbattuti o danneggiati dalla grandine.

Superata anche la prova del maltempo, i volontari di Zheneda sono già concentrati sul programma di fine luglio, quando oltre alla mostra del libro nel centro storico di Ceneda tornerà pure l'antica Fiera di San Osvaldo. Aggiornamenti su www.associazionezheneda.wordpress.com.

Galleria fotograficaGalleria fotografica