Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La dottoressa Pierobon ha trapiantato un rene

PRIMO TRAPIANTO A TREVISO DI UNA CHIRURGA

Grande soddisfazione in tutta l'Uls 2


TREVISO - Primo trapianto “rosa” nella storia dell’ospedale di Treviso. Nei giorni scorsi, infatti, per la prima volta nei quarant’anni di attività del Centro Trapianti Trevigiano, un trapianto di rene è stato portato a termine da una chirurga. Si tratta della dottoressa Elisa Sefora Pierobon. 

Il trapianto eseguito dalla dottoressa Pierobon si è concluso con successo. La dottoressa, è entrata a far parte dell’equipe della 3.a Chirurgia del Ca’ Foncello da alcuni mesi.   Si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Padova nel 2007 e presso lo stesso Ateneo ha conseguito la Specializzazione in Chirurgia Generale nel 2015. In ambito trapiantologico ha formato la sua esperienza lavorando con l'equipe del professor Paolo Rigotti e acquisendo un’importante competenza nel prelievo di reni da donatore cadavere. Con quest’ultimo intervento ha debuttato nell’equipe trapiantologica trevigiana, diretta dal dottor Claudio Caldato e operante nell’ambito del Centro Trapianti diretto dalla dottoressa Maria Cristina Maresca, primario nefrologo.

“La dottoressa Pierobon è giunta nel nostro gruppo da qualche mese – spiega il dottor Caldato, Direttore della 3 Chirurgia e Responsabile della Gestione Chirurgica dei trapianti renali -. Ho avuto modo di apprezzare da subito le sue capacità tecniche e scientifiche oltre che la preparazione chirurgica. Non è stato necessario, quindi, attendere molto per affidarle sotto la mia guida, il suo primo trapianto di rene che si è concluso in modo del tutto regolare. Penso che la Dottoressa rappresenti un prezioso supporto all’equipe che dirigo con il dott. Martino Zucchella e che da molti anni si dedica alla attività trapiantologica. Sono certo il suo contributo darà un ulteriore impulso all’attività del nostro Centro che proprio quest’anno compie quarant’anni”. Il Centro Trapianti di Treviso, infatti, nasceva esattamente quarant’anni fa - nel 1977 - in seguito al primo trapianto di rene da donatore cadavere eseguito dal Professor Tommaso Tommaseo. E’ per anzianità, in riferimento al trapianto di rene, il secondo Centro del Veneto dopo Verona. Dalla fondazione a oggi ne sono stati portati a termine con successo circa 1500. L’attività garantisce non solo trapianti di rene singolo (da vivente e da donatore deceduto) ma anche trapianti doppi di rene (da donatore marginale). Dall’anno in corso viene eseguito anche il trapianto da donatore vivente ABO-Incompatibile, ossia tra donatore e ricevente con gruppo sanguigno non compatibile. “Congratulazioni alla dottoressa Pierobon da parte di tutta l’Azienda Ulss 2 – è il messaggio del Direttore Generale Francesco Benazzi –. Questo trapianto portato a termine per la prima a Treviso da una chirurga sia per lei la premessa di sempre maggiori traguardi professionali e per il nostro centro la conferma delle competenze e dei livelli raggiunti in questi quarant’anni”.