Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Musica e natura martedì 4 luglio a Vescovana (Santa Maria d'Adige, Padova)

AMARANTO, LINO, CANAPA E GRANO ANTICO: RITORNO AL FUTURO

Giovani agricoltori tra colture innovative e preziose eredità del passato


PADOVA - Ritorno al futuro per la canapa, il lino, l’amaranto, il grano antico e altre colture che sembravano dimenticate o relegate tra pochi appassionati coltivatori.

Dal passato si schiudono nuove prospettive per l’agricoltura con la riscoperta delle potenzialità di colture antiche declinate su moderne filiere grazie alle nuove tecnologie e modalità d’impiego. Ecco allora il boom della canapa, dalla quale si possono ricavare un pregiato olio ricco di Omega 3 ma anche una fibra per la produzione di tessuti ecologici e mattoni isolanti per l’edilizia.

Oppure l’amaranto, pianta infestante convertita alla produzione di farina di qualità, ricca di ferro, ideale per pane e pasta. Largo anche al lino, ben noto per l’uso tessile ma anche per l’alimentazione. E ancora le varietà di mais marano e bianco perla, selezionate per la produzione di farine alimentari, così come l’antico grano timilia ideale per il pane, la pasta, la pizza e i biscotti.

La riscoperta e il rilancio di queste coltivazioni è il filo conduttore della giornata di visita ai campi sperimentali nella Bassa Padovana su iniziativa di Coldiretti Giovani Impresa e Coldiretti Donne Impresa Padova. Martedì 4 luglio, dalle 9, i tecnici di Coldiretti Padova accompagneranno i giovani imprenditori e aspiranti agricoltori tra le colture sperimentali sui terreni dell’azienda Rio di Vescovana, località Santa Maria d’Adige.

Dopo la visita alle coltivazioni Sara Migliorini, giovane titolare dell’azienda Rio, illustrerà l’attività di musico - terapia con un piccolo concerto eseguito fra le rose e il verde del suo podere. La giovane società agricola infatti offre a tutti la possibilità di accostarsi alla musica partendo da un’esperienza nuova, a diretto contatto con la natura. L'azienda accoglie le famiglie nel proprio orto biologico o in giardino: il contesto ideale per dare vita alla libertà espressiva di bambini e genitori che suonando insieme, tra verde e coltivazioni, si sentono parte di una comunità.

L’agricoltura di domani è soprattutto innovazione. Si aprono possibilità per altre reti d’impresa, sulla scia del successo della prima rete “Intreccio”, per la coltivazione, la produzione e la commercializzazione, anche a livello internazionale, di questi prodotti. Coldiretti costruirà un percorso formativo rivolto ai giovani che scommettono sull’innovazione”, afferma Federico Miotto, presidente di Coldiretti Padova.