Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/257: AL PLAYERS CHAMPIONSHIP TRIONFA RORY MCILROY

In Florida il torneo considerato il "quinto major"


FLORIDA - È questo il torneo tra i più attesi del PGA Tour, considerato quasi un quinto major. L’evento ha il montepremi più alto al mondo, ben 12,5 milioni di dollari, con prima moneta di 2.250.000. Oltre a questi, sono in palio 600 punti per la FedEx Cup, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club più vicino alla città di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'appuntamento inserito nel programma per il 25° anniversario dell'istituto

GLI ANZIANI VERRANNO ASSISTITITI SEMPRE PIÙ A CASA LORO

Mercoledì un convegno promosso dal Bon Bozzola a Farra di Soligo


FARRA DI SOLIGO - L'assistenza agli anziani passa sempre più attraverso servizi a domicilio e una rete diffusa nel territorio. Il punto della situazione e le prospettive future veranno discusse mercoledì 5 luglio, dalle 8 alle 13, all’auditorium Santo Stefano di Farra di Soligo, in un convegno organizzato dall'Istituto Bon Bozzola. Nell’anno del suo 25esimo anniversario, l'ente solighese propone un ricco programma di iniziative e seminari, volti a promuovere e innovare il proprio ruolo nel territorio e i servizi per la comunità. Si comincia proprio con un incontro formativo dedicato al sistema della domiciliarità, nuova importante sfida per i Centri di Servizio. L’appuntamento, patrocinato dall’ULSS 2, Provincia di Treviso, Comune di Farra di Soligo e dall’Ordine degli assistenti sociali del Veneto che ne ha conferito l’accreditamento, mira a rilanciare l’operatività del lavoro di rete a più livelli, con la partecipazione di tutti gli attori e l’integrazione dei servizi socio-sanitari.

“A partire dal quadro normativo di riferimento e dall’esame degli interventi previsti a livello territoriale, l’obiettivo è riflettere sugli sviluppi e sulle prospettive della domiciliarità attraverso la presentazione di buone pratiche e offrire uno spettro di conoscenze sui nuovi bisogni e sulle modalità di gestione e intervento nella loro presa in carico - ha spiegato Eddi Frezza, direttore del Bon Bozzolla -. Le politiche della domiciliarità, infatti, devono poter garantire agli anziani la possibilità di vivere positivamente nella loro casa, indipendentemente dalla loro condizione di autonomia, promuovendone inoltre l’invecchiamento attivo, e alle famiglie un sostegno concreto e qualificato nello svolgimento dei loro compiti assistenziali”.
Giuseppe Bubola ed Eddi Frezza, presidente e direttore Bon Bozzola
Gli interventi in programma si articoleranno nell’approfondire le tematiche dell’assistenza globale alle persone con fragilità in una visione di rete, nel riflettere sugli sviluppi dei servizi socio-assistenziali nel territorio, anche in virtù del ruolo affidato ai Centri di Servizio dal piano socio sanitario regionale e, nello specifico, sull’attività degli assistenti sociali e dalle altre figure professionali coinvolte, nel promuovere l’interesse degli attori istituzionali e di settore sul tema della domiciliarità e dell'assistenza in generale, nonché nel presentare buone pratiche già adottate in Veneto, al fine di informare gli addetti ai lavori del sistema del welfare e stimolare ulteriori riflessioni e azioni da mettere in campo a livello locale attraverso l'analisi dei nuovi bisogni e delle modalità di gestione e intervento.

Nutrita la schiera di relatori. Interverrà Nicola Martinelli, assistente sociale del Comune di Codognè, Piera Bonato, responsabile cure primarie dell’ULSS 2, Barbara Favero, coordinatrice infermieristica cure primarie dell’ULSS 2, Ladi De Cet, direttore di Villa Serena IPAB di Valdagno vicentino, Laura Tommasella, assistente sociale del Bon Bozzolla, Francesca Binotto, assistente sociale del Comune di Farra di Soligo.

Attesi per i saluti di apertura, il presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, il consigliere regionale del Veneto, Alberto Villanova, il sindaco di Farra di Soligo, Giuseppe Nardi, il coordinatore dei servizi sociali e della funzione territoriale dell’ULSS 2, Oliviero Beni. A fare gli onori di casa il presidente del Bon Bozzolla, Giuseppe Bubola.