Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'appuntamento inserito nel programma per il 25° anniversario dell'istituto

GLI ANZIANI VERRANNO ASSISTITITI SEMPRE PIÙ A CASA LORO

Mercoledì un convegno promosso dal Bon Bozzola a Farra di Soligo


FARRA DI SOLIGO - L'assistenza agli anziani passa sempre più attraverso servizi a domicilio e una rete diffusa nel territorio. Il punto della situazione e le prospettive future veranno discusse mercoledì 5 luglio, dalle 8 alle 13, all’auditorium Santo Stefano di Farra di Soligo, in un convegno organizzato dall'Istituto Bon Bozzola. Nell’anno del suo 25esimo anniversario, l'ente solighese propone un ricco programma di iniziative e seminari, volti a promuovere e innovare il proprio ruolo nel territorio e i servizi per la comunità. Si comincia proprio con un incontro formativo dedicato al sistema della domiciliarità, nuova importante sfida per i Centri di Servizio. L’appuntamento, patrocinato dall’ULSS 2, Provincia di Treviso, Comune di Farra di Soligo e dall’Ordine degli assistenti sociali del Veneto che ne ha conferito l’accreditamento, mira a rilanciare l’operatività del lavoro di rete a più livelli, con la partecipazione di tutti gli attori e l’integrazione dei servizi socio-sanitari.

“A partire dal quadro normativo di riferimento e dall’esame degli interventi previsti a livello territoriale, l’obiettivo è riflettere sugli sviluppi e sulle prospettive della domiciliarità attraverso la presentazione di buone pratiche e offrire uno spettro di conoscenze sui nuovi bisogni e sulle modalità di gestione e intervento nella loro presa in carico - ha spiegato Eddi Frezza, direttore del Bon Bozzolla -. Le politiche della domiciliarità, infatti, devono poter garantire agli anziani la possibilità di vivere positivamente nella loro casa, indipendentemente dalla loro condizione di autonomia, promuovendone inoltre l’invecchiamento attivo, e alle famiglie un sostegno concreto e qualificato nello svolgimento dei loro compiti assistenziali”.
Giuseppe Bubola ed Eddi Frezza, presidente e direttore Bon Bozzola
Gli interventi in programma si articoleranno nell’approfondire le tematiche dell’assistenza globale alle persone con fragilità in una visione di rete, nel riflettere sugli sviluppi dei servizi socio-assistenziali nel territorio, anche in virtù del ruolo affidato ai Centri di Servizio dal piano socio sanitario regionale e, nello specifico, sull’attività degli assistenti sociali e dalle altre figure professionali coinvolte, nel promuovere l’interesse degli attori istituzionali e di settore sul tema della domiciliarità e dell'assistenza in generale, nonché nel presentare buone pratiche già adottate in Veneto, al fine di informare gli addetti ai lavori del sistema del welfare e stimolare ulteriori riflessioni e azioni da mettere in campo a livello locale attraverso l'analisi dei nuovi bisogni e delle modalità di gestione e intervento.

Nutrita la schiera di relatori. Interverrà Nicola Martinelli, assistente sociale del Comune di Codognè, Piera Bonato, responsabile cure primarie dell’ULSS 2, Barbara Favero, coordinatrice infermieristica cure primarie dell’ULSS 2, Ladi De Cet, direttore di Villa Serena IPAB di Valdagno vicentino, Laura Tommasella, assistente sociale del Bon Bozzolla, Francesca Binotto, assistente sociale del Comune di Farra di Soligo.

Attesi per i saluti di apertura, il presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, il consigliere regionale del Veneto, Alberto Villanova, il sindaco di Farra di Soligo, Giuseppe Nardi, il coordinatore dei servizi sociali e della funzione territoriale dell’ULSS 2, Oliviero Beni. A fare gli onori di casa il presidente del Bon Bozzolla, Giuseppe Bubola.