Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/277: A PADOVA IL GOLF GIOVANILE INTERNAZIONALE

L'U.S. Kids Venice Open ospitato tra Galzignano, Montecchia e Frassenelle


PADOVA - È ancora una volta a Padova l’International U.S. Kids Venice Open, affollata da centinaia di atleti, provenienti da ogni parte del mondo. L’U.S. Kids è istituzione americana con 27 circoli affiliati in Italia, che ha il fine di aprire il Golf ai più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/276: LA CALMA DI PATRICK REED È VINCENTE AL NORTHERN TRUST

Lo statunitense bissa il successo del 2016 nel primo torneo della FedEx Cup


NEW JERSEY (USA) - È questa la prima delle tre gare valide per la FedEx Cup, inserita nel corso della stagione PGA Tour: tre tornei a eliminazione, giocati nel mese di agosto, che portano all’assegnazione di una grossa somma di denaro: 15 milioni di dollari del Jackpot al vincitore di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/275: LA FAVOLA DI "CENERENTOLA" SHIBUNO DIVENTA REALTÀ

La giapponese regina del British Open femminile


LITTE BRICKHILL (GBR) - È tempo di dare visibilità al Golf femminile, a “quell’altra metà del cielo”, che rende più brioso il Campo da Golf. L’organizzatore del torneo, il Royal & Ancient Golf Club di St. Andrews, la massima autorità...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cartelli e magliette contro la cessione: "Per noi nessuna Intesa"

AZIONISTI OCCUPANO LA SEDE DI VENETO BANCA IN PIAZZA A MONTEBELLUNA

Una quarantina di persona ha dato vita ad una protesta


MONTEBELLUNA - Riesplode la rabbia dei piccoli risparmiatori contro l'acquisizione delle banche venete da parte di Banca Intesa.
Un gruppo di soci - una cinquantina - ha dato vita ad una manifestazione di protesta davanti alla storica filiale, un tempo anche sede centrale, di Veneto Banca, in piazza Dall'Armi in pieno centro a Montebelluna. Gli azionisti hanno indossato anche magliette con la scritta "Per noi soci nessuna Intesa", gridando slogan e innalzando cartelli. Al centro delle contestazioni il fatto che l'operazione veda penalizzati, in primo luogo, proprio la base sociale delle ex popolari: confluendo nella cosiddetta "bad bank", in liquidazione coatta, dopo essere crollate a 10 centesimi di valore, le azioni verranno del tutto cancellate. Ma i manifestanti temono che venga anche cancellato il fondo da 60 milioni di euro predisposto dalle due (ormai ex) banche per i casi di soci in condizioni di grave disagio socio-economico.
I manifestazioni sono anche entrati nella filiale, continuando all'interno il loro sit-in. Sul posto sono giunti anche i Carabinieri. Una nuova protesta, duque, dopo l'episodio del 26 giugno scorso, quando un azionista aveva minacciato il suicidio all'interno della stessa agenzia bancaria.