Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inaugurazione il 14 luglio a Villa Brandolini di Pieve di Soligo

"FARE COMUNITA'" NEGLI SCATTI ALLA FONDAZIONE FABBRI

Oltre 70 artisti per la nuova edizione del festival fotografico


PIEVE DI SOLIGO - Il 14 luglio alle 18 a Villa Brandolini, a Pieve di Soligo si inaugurano le esposizioni della settima edizione del Festival F4/ un'idea di Fotografia promosso dalla Fondazione Francesco Fabbri in collaborazione con il Comune di Pieve di Soligo e con la direzione artistica di Carlo Sala. Una serie di mostre che coinvolgono oltre settanta artisti, spaziando da nomi affermati dello scenario internazionale ad autori emergenti per restituire una visione plurale dell'immagine contemporanea.
In occasione del quarantennale della scomparsa di Francesco Fabbri (1921-1977), il festival F4 / un’idea di Fotografia, ne omaggia la figura di statista, proponendo una serie di mostre sul tema “Fare comunità”. Nei lavori presentati gli autori contemporanei indagano le sfide cruciali e i cambiamenti che alcune comunità odierne stanno affrontando.
La mostra omonima Fare comunità curata da Carlo Sala, si apre con l'opera I/O_OPERA #07 SETTE dell'artista brasiliano César Meneghetti che mette in scena una toccante riflessione sull’inclusione attraverso sette video dove scorrono le immagini di persone affette da disabilità che, attraverso i loro gesti e le loro posture, restituiscono un grande senso di umanità.
All’interno del Festival vengono presentati gli interventi personali di Camille Lévêque e Claudia Petraroli, sviluppati durante il programma di residenza LIVEstudio di Metronom a Modena e selezionati da Fabrizia Carabelli, Marcella Manni, Daniele De Luigi, Carlo Sala e Marco Signorini. In Search of the Father di Camille Lévêque è il nuovo capitolo del progetto Dads dove l’artista utilizza la fotografia per inscenare un senso di assenza della figura paterna attraverso il media espressivo a cui è usualmente demandata la custodia della memoria. Quest’aspetto si intreccia con altri concetti correlati, come la costruzione di un modello di mascolinità o la declinazione ideologica di “Padre della Patria”, tipica delle dittature.
L’intervento si sviluppa attraverso materiali disomogenei: immagini vernacolari di famiglia, immagini satiriche o commerciali tratte dalla pubblicità, ma anche oggetti personali. Claudia Petraroli in La pregunta de sus ojos offre un’indagine sulla fascinazione destata dalle immagini acheropite (dal greco “non fatte da mano umana”), che hanno una natura misteriosa, e, in particolare, dalla specifica credenza che sulle pupille del ritratto di Nostra Signora di Guadalupe sia impresso un riflesso divino. L’intervento dell’autrice, composto da sculture e lightbox, è il frutto degli ingrandimenti degli occhi della Vergine processati in ambiente 3D per generare così delle superfici che rimandano a paesaggi primordiali, ad una realtà “altra”, sospesa tra enigma e tecnologia.
Le mostre del Festival F4 / un'idea di Fotografia rimarranno aperte fino al 27 agosto 2017.