Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/178: LIGNANO OPEN, IL 6░ APPUNTAMENTO DELL'ITALIAN PRO TOUR 2017

Primo l'austriaco Markus Habeler con 200 colpi, 16 sotto Par


LIGNANO - È tornata al Golf Club Lignano questo importante appuntamento. Anticipato mercoledì 19 luglio da una speciale Pro Am, ha preso il via in grande stile sul tracciato friulano, il Lignano Open, sesto torneo dell’Italian Pro Tour 2017; fa parte del circuito di gare...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per il gruppo della famiglia Zago, margine lordo record a 103,7 milioni

PRO-GEST PREPARA NUOVI INVESTIMENTI PER CONTINUARE A CRESCERE

In programma acquisizioni nel comparto riciclo della carta


ISTRANA - Il Gruppo Pro-Gest - la holding della famiglia Zago, numero uno in Italia nella produzione di carta, cartone, imballaggi e packaging, oltre che una delle maggiori realtà in Europa nel comparto del riciclo – ha presentato oggi agli Istituti di Credito il bilancio consolidato 2016 e le previsioni del Piano Industriale del prossimo biennio 2018-2019.
"Siamo contenti - ha dichiarato Bruno Zago, Amministratore Delegato di Pro-Gest - perché il fatturato consolidato del 2016 è stato pari a 445 milioni di euro, ma soprattutto perché abbiamo raggiunto un Ebitda di 103,71 milioni (pari al 23%), il più alto in assoluto raggiunto dal Gruppo. Allo stesso tempo siamo consapevoli che sarà difficile replicare la medesima performance a livello di margine operativo, anche a parità di fatturati e quantitativi di carta e fogli di cartone prodotti. Da qui nasce un po’ di preoccupazione, la competizione è sempre più agguerrita".

I primi dati del 2017 sono confortanti: il risultato del primo semestre, pari a 250 mln di euro, è infatti in linea con quello dello stesso periodo del 2016. Tra i punti di forza evidenziati dal piano industriale, ci sono senza dubbio gli importanti investimenti fatti nel corso degli ultimi due anni volti a rafforzare le diverse divisioni che compongono la filiera integrata del Gruppo: dal riciclo della carta al packaging.
Tra questi spiccano i 17 milioni di euro per la ristrutturazione della Cartiera di Carbonera e il rafforzamento della divisione "Reclycling", grazie allo stabilimento di Badia Polesine che chiuderà in maniera positiva il primo anno di riavvio. Inoltre, questa divisione vede per la seconda metà dell’anno trattative in corso per l’acquisizione di nuovi impianti così da ridurre ulteriormente la dipendenza dall’esterno nel rifornimento del macero e migliorarne al contempo la resa qualitativa.

Continua inoltre la crescita di Trevikart, fiore all’occhiello della divisione packaging, che mira a raggiungere da sola i 100 milioni di euro di fatturato (nel 2016 erano 92 mln).
Su questo risultato influisce il completamento del trasloco dello stabilimento di Carnate (provincia Monza e Brianza), che tra il 2015 e il 2016 ha già aumentato il fatturato del 15%. La nuova sede che trova spazio in un sito di 100mila metri quadrati darà la possibilità di continuare a crescere a doppia cifra anche in futuro. In positivo anche lo stabilimento di Modugno (provincia di Bari) per il quale è previsto il raddoppio dell’impianto, da 13mila a 29mila metri quadrati.

Per la divisione Cartiere, si avvicina il momento del riavvio dello storico impianto di Mantova: l’investimento di oltre 200 milioni di euro si può dire completato e la nuova macchina continua è finalmente installata; nel prossimo quadrimestre è previsto il completamento dei lavori accessori di tutte le aree necessarie all’operatività della Cartiera. L’auspicio è di ripartire con la produzione entro la fine del 2017.

"Oggi – conclude Bruno Zago – le incertezze maggiori riguardano il mercato del cartone ondulato e del packaging su cui pesa sempre più il costo della materia prima, a causa di una aggressiva politica dei prezzi portata avanti dai competitors asiatici. Questa parte della filiera è quella più rappresentativa dell’Italia, formata da piccole e medie aziende che vivono un momento estremamente difficile. Il mercato del foglio di cartone e della scatola (a differenza di quello della carta che segue logiche più internazionali) ha tempi di reazione più lenti che vanno supportati attraverso prezzi che siano congrui e adeguati alla qualità e al valore aggiunto espresso dai prodotti made in Italy".

Il Gruppo Pro-Gest - attivo attraverso 21 Aziende ed operativo in 7 Regioni d’Italia - ad oggi è l’unica realtà in Italia a poter offrire prodotti altamente performanti in termini di leggerezza, consistenza e qualità, tali da renderla competitiva con i suoi diretti concorrenti europei.