Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Colpiti anche edifici pubblici: 1,5 milioni per risistemarli

TRENTA MILIONI DI DANNI PER LA GRANDINATA DEL 25 GIUGNO A VITTORIO VENETO

Il Comune ha concluso la stima: oltre 2.500 domande da privati


VITTORIO VENETO - Circa 30 milioni di euro di danni. Sono la conseguenza della grandinata che lo scorso 25 giugno ha flagellato Vittorio Veneto e il territorio circostante: chicchi di ghiaccio grandi spesso quasi come una pallina da tennis hanno devastato tetti, vetrate, edifici, auto in sosta. Il Comune ha terminato la ricognizione e la raccolta delle domande di rimborso: sono state oltre 2.500 le richieste presentate in municipio, come spiega il sindaco Roberto Tonon. La conta dei danni ammonta a circa un milione e mezzo di euro per gli immobili pubblici: tra gli altri colpiti la caserma dei Carabinieri, diverse scuole, le Poste. Per le strutture private, cittadini e aziende hanno comunicato danni per altri 28 milioni di euro. "Solo la parte sud-ovest è stata risparmiata - ribadisce Tonon -, nel resto della città, tutti, chi più chi meno, hanno subito danni, sopratutto gli edifici e le auto che non erano ricoverate nei garage".
La documentazione è già stata inviata in Regione: "Contiamo in un aiuto dell'amministrazione regionale - dichiara il sindaco - Speriamo che dopo questa prima ricognizione da cui emerge purtroppo un rilevante danno patrimoniale ai cittadini e alla città di Vittorio Veneto, la Regione possa concorrere alle spese che il privato e il pubblico dovranno sostenere”.