Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/298: DOPO LE PROTESTE POLITICHE, AD HONG KONG TORNA IL GOLF

Successo per Wade Ormsby, Andrea Pavan unico azzurro


HONG KONG - Era stato rinviato per problemi di sicurezza l'Hong Kong Open. Avrebbe dovuto prendere avvio il 28 novembre, ma i disordini legati alla difficile situazione sociale, riordiamo i continui scontri nel Paese, aveva indotto gli organizzatori ad annullare la gara. Ora questo torneo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/297: L'ALTRA META' DEL GOLF AL FEMMINILE

Ad Evian, in Francia, l'unico major "rosa" d'Europa


EVIAN  - Nel doveroso ricordo del record assoluto di vittorie in campo internazionale conquistate dagli azzurri Bertasio, Gagli, Laporta, Migliozzi, i Molinari, Paratore, Pavan nel 2019, cominciamo il 2020 dando l'onore al Golf femminile, seppur in assenza delle atlete italiane.Il Ladies...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/296 - CAMPI/22: GOLF CLUB ACQUASANTA

Alle porte di Roma, il più antico "green" d'Italia


ROMA - Ha oltre un secolo il Golf Acquasanta, è il più antico d’Italia, è prestigioso, ha segnato l'inizio del golf in Italia. Siamo nel 1885 quando alcuni amici inglesi pensano di realizzarlo. Trovano quella posizione superba che odora di eucalipto e di pino marittimo ai...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I presidenti delle associazioni: "Vigileremo perchè non ci siano ripercussioni sulle aziende"

INTESA AGLI INDUSTRIALI: "IL SOTEGNO ALLE IMPRESE NON DIMINUIRÀ"

Unindustria Treviso e Confindustria Padova incontrano la banca


TREVISO - Il sostegno alle imprese trevigiane e venete non diminuirà con l'incorporazione di Veneto Banca e Popolare di Vicenza in Intesa Sanpaolo. Lo hanno assicurato i vertici del gruppo torinese incontrondo Maria Cristina Piovesana e Massimo Finco presindenti di Unindustria Treviso e Confindustria Padova.
I rappresentanti degli industriali hanno ribadito come la proposta di salvataggio presentata dal Gruppo Intesa Sanpaolo sia stato l’unico sbocco concreto emerso dopo un lungo periodo di stallo in grado di evitare la liquidazione delle due banche venete e i conseguenti danni economici e sistemici che, a cascata, si sarebbero verificati.  
"Questo incontro - hanno dichiarato i presidenti Piovesana e Finco - è stato quanto mai opportuno e proficuo. Abbiamo ricevuto ampie rassicurazioni da parte di Intesa Sanpaolo che non verranno a mancare, anzi aumenteranno, l’attenzione, il sostegno e il rapporto diretto con il territorio e con le imprese che sono meritevoli di credito".
Stefano Barrese (responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo), Gabriele Piccini (responsabile ex Banca Popolare di Vicenza e ex Veneto Banca) e Renzo Simonato (direttore regionale Veneto Friuli VG e Trentino Alto Adige) hanno infatti confermato che i finanziamenti concessi alle imprese venete non verranno richiamati dalle banche fallite, ma anzi verranno incrementati grazie ai 5 miliardi appositamente stanziati per le ex Banche Venete che si aggiungono al plafond di 50 miliardi già previsto dal gruppo per il 2017.
"Da parte nostra - hanno concluso Piovesana e Finco - vigileremo in maniera scrupolosa affinché la concentrazione del credito non abbia ripercussioni sulle imprese. Dobbiamo lavorare insieme per gestire la situazione al meglio. Il Veneto può e deve ripartire da nuove basi, prima fra tutte una più diffusa e consapevole cultura finanziaria. Ci auguriamo di avere in Intesa Sanpaolo il partner giusto per accompagnare i nostri associati in questa fase di rilancio e sviluppo che vede il Nord Est, ancora una volta, essere l’area più dinamica del Paese".