Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/257: AL PLAYERS CHAMPIONSHIP TRIONFA RORY MCILROY

In Florida il torneo considerato il "quinto major"


FLORIDA - È questo il torneo tra i più attesi del PGA Tour, considerato quasi un quinto major. L’evento ha il montepremi più alto al mondo, ben 12,5 milioni di dollari, con prima moneta di 2.250.000. Oltre a questi, sono in palio 600 punti per la FedEx Cup, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club più vicino alla città di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I presidenti delle associazioni: "Vigileremo perchè non ci siano ripercussioni sulle aziende"

INTESA AGLI INDUSTRIALI: "IL SOTEGNO ALLE IMPRESE NON DIMINUIRÀ"

Unindustria Treviso e Confindustria Padova incontrano la banca


TREVISO - Il sostegno alle imprese trevigiane e venete non diminuirà con l'incorporazione di Veneto Banca e Popolare di Vicenza in Intesa Sanpaolo. Lo hanno assicurato i vertici del gruppo torinese incontrondo Maria Cristina Piovesana e Massimo Finco presindenti di Unindustria Treviso e Confindustria Padova.
I rappresentanti degli industriali hanno ribadito come la proposta di salvataggio presentata dal Gruppo Intesa Sanpaolo sia stato l’unico sbocco concreto emerso dopo un lungo periodo di stallo in grado di evitare la liquidazione delle due banche venete e i conseguenti danni economici e sistemici che, a cascata, si sarebbero verificati.  
"Questo incontro - hanno dichiarato i presidenti Piovesana e Finco - è stato quanto mai opportuno e proficuo. Abbiamo ricevuto ampie rassicurazioni da parte di Intesa Sanpaolo che non verranno a mancare, anzi aumenteranno, l’attenzione, il sostegno e il rapporto diretto con il territorio e con le imprese che sono meritevoli di credito".
Stefano Barrese (responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo), Gabriele Piccini (responsabile ex Banca Popolare di Vicenza e ex Veneto Banca) e Renzo Simonato (direttore regionale Veneto Friuli VG e Trentino Alto Adige) hanno infatti confermato che i finanziamenti concessi alle imprese venete non verranno richiamati dalle banche fallite, ma anzi verranno incrementati grazie ai 5 miliardi appositamente stanziati per le ex Banche Venete che si aggiungono al plafond di 50 miliardi già previsto dal gruppo per il 2017.
"Da parte nostra - hanno concluso Piovesana e Finco - vigileremo in maniera scrupolosa affinché la concentrazione del credito non abbia ripercussioni sulle imprese. Dobbiamo lavorare insieme per gestire la situazione al meglio. Il Veneto può e deve ripartire da nuove basi, prima fra tutte una più diffusa e consapevole cultura finanziaria. Ci auguriamo di avere in Intesa Sanpaolo il partner giusto per accompagnare i nostri associati in questa fase di rilancio e sviluppo che vede il Nord Est, ancora una volta, essere l’area più dinamica del Paese".