Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma è festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/195: A DUBAI IL GRAN FINALE DELL'EUROPEAN TOUR

Rahm vince il torneo, classifica generale a Fleetwood


DUBAI - Con la disputa del DP World Tour Championship Dubai (16-19 novembre), è terminata al Jumeirah Golf Estates (Par 72), la stagione dell’European Tour cui hanno partecipato i primi sessanta classificati nell’ordine di merito della "Race To Dubai". Unico italiano in gara...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Studio per un polo dedicato a hockey, simulatori di sci e altre discipline

UNA CITTADELLA DELLO SPORT NELL'EX AREA PANORAMA DI VILLORBA

Interessati l'imprenditore Mauro Benetton e un fondo esteto


VILLORBA - L’ipotesi di trasformare l'ex area del Panorama di Villorba in una cittadella dello sport  muove i primi passi concreti ed attira investitori: Mauro Benetton ha inviato una lettera al sindaco Marco Serena esprimendo interesse alla riqualificazione e trasformazione del parco commerciale in disuso. A finanziare il progetto sarebbe un fondo estero, rappresentato dall'imprenditore trevigiano, figlio maggiore di Luciano.
E sul tema è già stato avviato uno studio di fattibilità: nell'ex parco commerciale, oggi in abbandono troverebbero posto strutture dedicate a discipline come hockey, motocross, go kart, simulatori di sci e gallerie del vento per paracadutisti. Esclusi sport come calcio, rugby o tennis, che possono già contare su impianti specifici.
Lo spazio non manca: 91.930 metri quadrati (di cui 43mila coperti), con parcheggi per 3.300 auto. Dunque non sarebbe necessario consumare altro suolo: la realizzazione del polo multidisciplinare sarebbe ecosostenibile e in linea con le norme dei diversi codici etici: da quello degli appalti a quello comportamentale.
"Sono contento - ha dichiarato il sindaco Marco Serena, da tempo fautore del progetto di recupero dell'area - che si possa affrontare con  aziende di respiro internazionale un tema di riqualificazione che entro due anni potrebbe generare un polo sportivo il cui concetto organizzativo, quasi fosse un marchio, potrebbe essere esportato in Italia e all’estero. Mi immagino già le ricadute positive per il territorio in termini di visibilità e posti di lavoro”.