Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/257: AL PLAYERS CHAMPIONSHIP TRIONFA RORY MCILROY

In Florida il torneo considerato il "quinto major"


FLORIDA - È questo il torneo tra i più attesi del PGA Tour, considerato quasi un quinto major. L’evento ha il montepremi più alto al mondo, ben 12,5 milioni di dollari, con prima moneta di 2.250.000. Oltre a questi, sono in palio 600 punti per la FedEx Cup, che...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club più vicino alla città di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Parte dalla Marca il progetto di Assocamerestero e Camera di commercio

L'AGROALIMENTARE CHIAVE PER CONQUISTARE I MERCATI ESTERI

Operatori del Nord America alla scoperta delle eccellenze venete


TREVISO - Prosecco, ma non solo: l'agroalimentare traina le esportazioni della Marca e del Veneto. Nel primo trimestre del 2017 l'export regionale in questo comparto ha registrato un aumento del 7,1% rispetto al medesimo periodo del 2016, vendendo all'estero beni e servizi per 14,8 miliardi di euro e una bilancia in attivo per 3,3 miliardi. Le esportazioni venete rappresentano il 13,6% del totale nazionale, mentre quelle trevigiane ammontano al 21% della quota regionale,
Ma ci sono ulteriori potenzialità di crescita. Soprattutto facendo conoscere meglio agli operatori stranieri l'autentico made in Italy alimentare, contrastando un fenomeno purtroppo sempre più diffuso, come il cosiddetto “Italian sounding”, ovvero prodotti con un'assonanza di italianità nel nome, ma poco o nulla di tricolore nella sostanza.
A questo mira, ad esempio, il progetto “True Italian Taste”, promosso dall'Associazione camere di commercio italiane all'estero, con un educational tour per operatori di Stati Uniti, Canada e Messico, dedicato alle eccellenze enogastronomiche venete e friulane e partito proprio dalla Marca trevigiana.
Non a caso, all'iniziativa ha aderito anche la Camera di commercio di Belluno e Treviso. Per presidente Mario Pozza, infatti, il territorio, oltre alla riconosciuta capacità produttiva, deve migliorare nella promozione e nella commercializzazione dei propri prodotti.
Dal 10 al 15 luglio, dunque una delegazione di nove addetti ai lavori provenienti dal Nord e centro America verrà condotta a scoprire i veri cibi e bevande nostrane, i luoghi e le tecniche di produzione. Con quali obiettivi? Lo spiega Pina Costa, responsabile relazionie esterne e comunicazione di Assocamerestero.