Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il rogo a Dosson, la colonna di fumo visibile fin dal Montello

INCENDIO DEVASTA CAPANNONE DI UN ALLEVAMENTO DI POLLI

Salvi gli animali che si trovano nelle strutture vicine


CASIER - La colonna di fumo nero si vedeva distintamente anche dal Montello. Venerdì sera, poco dopo le 20 un incendio ha devastato un capannone dell'allevamento di polli in via Peschiere, strada che da Dosson conduce a Conscio, in aperta campagna.
Decine le telefonate al centralino dei Vigili del fuoco da parte di cittadini, preoccupati proprio per il fumo nero sprigionatesi dal rogo: tre squadre del comando di Treviso hanno lavoratro per spegnere le fiamme. Nonostante il rapido intervento, il fuoco rapidamente avvolto e divorato la struttura centrale, di circa 300 metri quadrati, delle tre che compongono l'azienda agricola di proprietà di Giancarlo Schievene. Fortunatamente non sono stati coinvolti gli animali, che vengono allevati nei due capannoni laterali. Bruciati invece un trattore e un rimorchio e altre attrezzature, contenute all'interno dell'ambiente, dove era stato riposto anche polistirolo e altro materiale, visto che nell'azienda sono in corso opere di ristrutturazione. L'incendio ha intaccato anche i due filari di pioppi che costeggiano il capannone. Ancora in corso di accertamento le cause: a innescare il rogo potrebbe essere stato un cortocircuito o il surriscaldamento del trattore, utilizzato nel pomeriggio per il lavoro nei campi.