Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I conducenti hanno 5 giorni per regolarizzare, Manildo: "Cittadini informati"

IN 12 ORE, SESSANTA ACCESSI ALLA ZTL "SOTTO VERIFICA"

Varchi elettronici, dalla mezzanotte scattate le multe


TREVISO - Nelle prime ore di attivazione dei varchi elettronici (dalle mezzanotte alle 13 di lunedì) sono circa una sessantina i veicoli entrati nella zona a traffico limitato senza aver preventivamente comunicato la targa e, dunque, potenzialmente sanzionabili. L'effettiva violazione, e relativa multa, però, saranno confermate solo tra cinque giorni: il regolamento infatti prevede un lasso di tempo per poter sanare a posteriori la propria posizione, da parte di chi abbia il pass scaduto o abbia cambiato auto. Inoltre possono mettersi in regola, entro lo stesso intervallo di tempo da un accesso occasionale, anche alcune categorie,  come i disabili, gli ospiti di strutture ricettive e alberghiere situate, i clienti di farmacie, artigiani o imprese per interventi di emergenza nella "zona rossa".
Conclusa la fase sperimentale, da lunedì il sistema di controllo degli accessi alla ztl del centro è pienamente operativo, anche per quanto riguarda le sanzioni ad auto e mezzi non autorizzati.
Secondo i vigili urbani che dalle 8 di mattina hanno presidiato i varchi dotati di telecamere, i trevigiani sono informati sulle nuove modalità.
“Un avvio positivo reso possibile anche grazie alla campagna di informazione avviata due mesi fa e alla collaborazione della Polizia locale, oltre che dell’ufficio mobilità – dichiara il sindaco Giovanni Manildo – Il sistema della ztl è aperto alle esigenze della città e dei trevigiani e lo scopo di questo provvedimento è di rendere ancora più vivibile il cuore della nostra città".
A conferma, il numero di permessi, soprattutto temporanei, richiesti da marzo fino ad oggi: quasi 5mila e 300, soprattutto per attività di carico scarico delle merci. “Mi pare che le prime ore dimostrino un avvio ottimo – sottolinea l’assessore alla crescita e allo sviluppo, Paolo Camolei - Per avere un quadro chiaro delle sanzioni dovremmo aspettare la fine della settimana. Questo perché il nostro regolamento, lungi dall’avere un intento punitivo o vessatorio, prevede, per alcune categorie di veicoli e per fondati motivi, cinque giorni di tempo dall’accesso per regolarizzare la posizione. Una tutela in più che dimostra come l’obiettivo non sia di fare cassa, bensì di rendere la città un posto sempre più bello da vivere”.
“Non sono stati tanti gli automobilisti che all’accesso alla Ztl hanno chiesto informazioni ai nostri agenti – aggiunge il comandante della Polizia locale Maurizio Tondato - Segno che la campagna informativa ha funzionato. Le richieste prevalenti sono state di conferma circa le informazioni che già avevano. Nessun episodio particolare da segnalare, tutto si è svolto nella massima normalità”.