Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club pių vicino alla cittā di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I conducenti hanno 5 giorni per regolarizzare, Manildo: "Cittadini informati"

IN 12 ORE, SESSANTA ACCESSI ALLA ZTL "SOTTO VERIFICA"

Varchi elettronici, dalla mezzanotte scattate le multe


TREVISO - Nelle prime ore di attivazione dei varchi elettronici (dalle mezzanotte alle 13 di lunedì) sono circa una sessantina i veicoli entrati nella zona a traffico limitato senza aver preventivamente comunicato la targa e, dunque, potenzialmente sanzionabili. L'effettiva violazione, e relativa multa, però, saranno confermate solo tra cinque giorni: il regolamento infatti prevede un lasso di tempo per poter sanare a posteriori la propria posizione, da parte di chi abbia il pass scaduto o abbia cambiato auto. Inoltre possono mettersi in regola, entro lo stesso intervallo di tempo da un accesso occasionale, anche alcune categorie,  come i disabili, gli ospiti di strutture ricettive e alberghiere situate, i clienti di farmacie, artigiani o imprese per interventi di emergenza nella "zona rossa".
Conclusa la fase sperimentale, da lunedì il sistema di controllo degli accessi alla ztl del centro è pienamente operativo, anche per quanto riguarda le sanzioni ad auto e mezzi non autorizzati.
Secondo i vigili urbani che dalle 8 di mattina hanno presidiato i varchi dotati di telecamere, i trevigiani sono informati sulle nuove modalità.
“Un avvio positivo reso possibile anche grazie alla campagna di informazione avviata due mesi fa e alla collaborazione della Polizia locale, oltre che dell’ufficio mobilità – dichiara il sindaco Giovanni Manildo – Il sistema della ztl è aperto alle esigenze della città e dei trevigiani e lo scopo di questo provvedimento è di rendere ancora più vivibile il cuore della nostra città".
A conferma, il numero di permessi, soprattutto temporanei, richiesti da marzo fino ad oggi: quasi 5mila e 300, soprattutto per attività di carico scarico delle merci. “Mi pare che le prime ore dimostrino un avvio ottimo – sottolinea l’assessore alla crescita e allo sviluppo, Paolo Camolei - Per avere un quadro chiaro delle sanzioni dovremmo aspettare la fine della settimana. Questo perché il nostro regolamento, lungi dall’avere un intento punitivo o vessatorio, prevede, per alcune categorie di veicoli e per fondati motivi, cinque giorni di tempo dall’accesso per regolarizzare la posizione. Una tutela in più che dimostra come l’obiettivo non sia di fare cassa, bensì di rendere la città un posto sempre più bello da vivere”.
“Non sono stati tanti gli automobilisti che all’accesso alla Ztl hanno chiesto informazioni ai nostri agenti – aggiunge il comandante della Polizia locale Maurizio Tondato - Segno che la campagna informativa ha funzionato. Le richieste prevalenti sono state di conferma circa le informazioni che già avevano. Nessun episodio particolare da segnalare, tutto si è svolto nella massima normalità”.