Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/177: I GIORNALISTI GOLFISTI SONO SALITI IN MONTAGNA

Ad Asiago, Petersberg e St. Vigil l'"Alps tour" dell'Aigg


TREVISO - Per il secondo anno consecutivo, con l’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti ci siamo concessi un trio di gare di montagna su mete belle e impegnative, in Veneto e in Alto Adige: il Golf Asiago nell’altipiano dei Sette Comuni, il Petersberg a Monte San Pietro - Nova...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/176: IN PORTOGALLO IL CAMPIONATO EUROPEO DI GOLF PARALIMPICO

Tra i protagonisti azzurri anche Pietro Andrini di Ca' della Nave


QUINTA DO LAGO - È talvolta impressionante pensare a dove può arrivare l’essere umano con la propria volontà. Persone portatrici di gravissimi handicap, come la cecità, che riescono a praticare determinate discipline sportive, financo lo sci. In questo caso...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/175: PARLA INGLESE L'OPEN DE FRANCE

Tommy Fleetwood vince l'evento Rolex Series di Parigi


PARIGI - È partito il giorno 29 giugno a Guyancourt, al golf National nei pressi di Parigi, il maggior incontro della stagione golfistica 2017, l’evento Rolex Series del Tour europeo “Race to Dubai”, l’HNA Open de France. È una tappa importante del circuito...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I conducenti hanno 5 giorni per regolarizzare, Manildo: "Cittadini informati"

IN 12 ORE, SESSANTA ACCESSI ALLA ZTL "SOTTO VERIFICA"

Varchi elettronici, dalla mezzanotte scattate le multe


TREVISO - Nelle prime ore di attivazione dei varchi elettronici (dalle mezzanotte alle 13 di lunedì) sono circa una sessantina i veicoli entrati nella zona a traffico limitato senza aver preventivamente comunicato la targa e, dunque, potenzialmente sanzionabili. L'effettiva violazione, e relativa multa, però, saranno confermate solo tra cinque giorni: il regolamento infatti prevede un lasso di tempo per poter sanare a posteriori la propria posizione, da parte di chi abbia il pass scaduto o abbia cambiato auto. Inoltre possono mettersi in regola, entro lo stesso intervallo di tempo da un accesso occasionale, anche alcune categorie,  come i disabili, gli ospiti di strutture ricettive e alberghiere situate, i clienti di farmacie, artigiani o imprese per interventi di emergenza nella "zona rossa".
Conclusa la fase sperimentale, da lunedì il sistema di controllo degli accessi alla ztl del centro è pienamente operativo, anche per quanto riguarda le sanzioni ad auto e mezzi non autorizzati.
Secondo i vigili urbani che dalle 8 di mattina hanno presidiato i varchi dotati di telecamere, i trevigiani sono informati sulle nuove modalità.
“Un avvio positivo reso possibile anche grazie alla campagna di informazione avviata due mesi fa e alla collaborazione della Polizia locale, oltre che dell’ufficio mobilità – dichiara il sindaco Giovanni Manildo – Il sistema della ztl è aperto alle esigenze della città e dei trevigiani e lo scopo di questo provvedimento è di rendere ancora più vivibile il cuore della nostra città".
A conferma, il numero di permessi, soprattutto temporanei, richiesti da marzo fino ad oggi: quasi 5mila e 300, soprattutto per attività di carico scarico delle merci. “Mi pare che le prime ore dimostrino un avvio ottimo – sottolinea l’assessore alla crescita e allo sviluppo, Paolo Camolei - Per avere un quadro chiaro delle sanzioni dovremmo aspettare la fine della settimana. Questo perché il nostro regolamento, lungi dall’avere un intento punitivo o vessatorio, prevede, per alcune categorie di veicoli e per fondati motivi, cinque giorni di tempo dall’accesso per regolarizzare la posizione. Una tutela in più che dimostra come l’obiettivo non sia di fare cassa, bensì di rendere la città un posto sempre più bello da vivere”.
“Non sono stati tanti gli automobilisti che all’accesso alla Ztl hanno chiesto informazioni ai nostri agenti – aggiunge il comandante della Polizia locale Maurizio Tondato - Segno che la campagna informativa ha funzionato. Le richieste prevalenti sono state di conferma circa le informazioni che già avevano. Nessun episodio particolare da segnalare, tutto si è svolto nella massima normalità”.