Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/271: MATTHEW JORDAN ALL'ULTIMO COLPO NELL'ITALIAN CHALLENGE

L'inglese si impone al playoff sull'azzurro Scalise


MONTEROSI (VT) - Usciamo per un po’ dagli schemi del PGA, e dell’European Tour, per vedere come vanno le cose con l’Italian Challenge. Il Challenge Tour è il tour di golf professionale maschile europeo di secondo livello. È gestito dal PGA European Tour e, come per...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/270: IL GOLF ABBRACCIA LA SOLIDARIETA’

A Ca' della Nave l'undicesimo Trofeo Par 108


MARTELLAGO - Non finisce di stupire il Par 108. È nato bene, ed è un continuo crescendo: per l’affiatamento dei soci, e la buona organizzazione. Domenica il loro Comitato ha programmato una Louisiana a quattro giocatori, 18 buche stableford sul percorso del Club di Ca della...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/269: SETTE AZZURRI IN GARA IN GERMANIA PER L'EUROTOUR

Con una spettacolare rimonta Andrea Pavan vince il Bmw International


MONACO DI BAVIERA (GER) - Edoardo Molinari, Guido Migliozzi, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli, Andrea Pavan, Filippo Bergamaschi e Renato Paratore reduce quest’ultimo dall’US Open, sua prima esperienza in un major, scendono in campo al Golf Club München Eichenried di Monaco di Baviera,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Non si ferma la protesta contro la cessione delle banche a Intesa

BLITZ DEI PICCOLI SOCI ALLA FILIALE DI VEDELAGO DI POPOLARE DI VICENZA

I manifestazioni attraversano la strada rallentando il traffico



VEDELAGO -
Non si ferma la protesta dei piccoli risparmiatori azzerati delle banche venete. I soci hanno dato vita ad un sit-in davanti alla filiale di Popolare di Vicenza di Vedelago: quasi un centinaio di persone si sono radunate davanti all'agenzia con cartelli, striscioni e bandiere per un paio di ore. Non solo, i manifestanti hanno attraversato ripetutamente la strada Castellana, dirigendosi anche verso il municipio, rallentando così il traffico: un'iniziativa che, come spiega Andrea Arman, presidente del Coordinamento Associazioni soci banche popolari venete, ancora  una volta ha l'obiettivo di attirare l'attenzione sul fatto che la cessione delle due x banche venete ad Intesa penalizza in modo ancor più grave soprattutto i piccoli azionisti, il cui capitale viene definitivamente cancellato, senza prevedere alcuna forma di ristoro, mentre il decreto governativo consegna le attività sane dei due istituti al gruppo torinese. Un ennesimo esempio, ribadisce Arman, di un Veneto che inseguendo il mito della produzione e del lavoro a tutti i costi, viene indotto a trascurare il proprio sviluppo e i propri valori.
Mentre, dopo l'approvazione della Camera, la discussione sulla conversione in legge del decreto è approdata in Senato, i piccoli soci e i loro rappresentanti non intendo arrendersi e stanno studiando già altre azioni per far sentire la loro voce.