Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/256: FRANCESCO MOLINARI CAMPIONE ALL'ARNOLD PALMER

Fantastico ultimo giro e vittoria del torinese


ORLANDO (FLORIDA) - Torna in campo Francesco Molinari. Lo fa ancora una volta nel leggendario sito di “Arnold Palmer Invitational”. Il torneo (7-10 marzo), dedicato al grande campione americano scomparso nel 2016, si gioca al Bay Hill Club & Lodge (par 72), di Orlando in Florida. Il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/255: FRANCESCO SECCO APRE LA STAGIONE A "I SALICI"

Il club pių vicino alla cittā di Treviso prosegue il rinnovamento


TREVISO - Golf Club “I Salici”, un bel giardino dove giocare a Golf. Per me una montagna di ricordi.Non sono del tutto compiuti gli impegnativi lavori al Golf Club “I Salici”, opere intese a rendere il club più importante nel complesso della Ghirada, la cittadella...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/254: IN MESSICO IL RIENTRO IN CAMPO DI FRANCESCO MOLINARI

Il torinese chiude 17° nel torneo vinto da Dustin Johnson


CITTA' DEL MESSICO - Il campionato mondiale messicano segna il rientro in campo di Francesco Molinari, nella prima delle contese stagionali del World Golf Championship. Il torneo si disputa al Club de Golf Chapultepec di Città del Messico, con un montepremi di 10.250.000 dollari....continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Stasera all'istituto sono attesi i familiari degli ospiti e alla comunitā solighese

STREET ART E FUMETTO UNISCONO LE GENERAZIOI AL BON BOZZOLLA

Una festa per presentare i frutti dei laboratori intergenerazionali


FARRA DI SOLIGO - I più giovani incontrano gli anziani ospiti del Bon Bozzolla. Questo lospirito dell'evento “Bon Bozzolla Porte Aperte”, che quest’anno si terrà nel piazzale d’ingresso dell’Istituto a partire dalle ore 19.00 di stasera. L'appuntamento rientra nel calendario delle celebrazioni per il 25° anniversario dell'istituto, ed è rivolto a tutti i familiari degli ospiti e alla comunità solighese. Sarà per tutti un’occasione d’incontro che avrà come protagonisti i lavori creativi realizzati durante i laboratori intergenerazionali di fumetto e di street art organizzati in questi mesi. Saranno presenti le autorità locali e tutti i presenti potranno gustare un aperitivo all’aperto.

L’incontro tra anziani, bambini e ragazzi è sempre un arricchimento reciproco. Offre nuovi stimoli socio-affettivi agli ospiti, abbattendo le distanze con l’esterno e ai più piccoli e ai giovani l’opportunità di sperimentare un’esperienza solidale. Promuovere la qualità di vita e la socialità degli ospiti - ha spiegato Giuseppe Bubola, presidente del Bon Bozzolla -, non solo con la partecipazione dei familiari al loro progetto di assistenza, ma anche attraverso il legame e la collaborazione con la Comunità che ospita il Bon Bozzolla, sono una sfida e una risorsa da coltivare”.

Un progetto per valorizzare il vissuto, le tradizioni e la storia degli anziani, rendendoli protagonisti di un vero e proprio servizio di babysitting che, attraverso la condivisione di tempi, risorse e spazi con i bambini, produce benefici reciproci e collettivi. Questo è stato “Storie a fumetti” realizzato in uno spazio ludico-ricreativo allestito appositamente nella struttura di via San Gallo, grazie all’animazione affidata a un gruppetto di ospiti, con la supervisione degli educatori e dei volontari e l’allegria dei piccoli della Scuola del Soligo.

Pochi ingredienti che hanno reso speciali gli incontri mensili, durante i quali anziani e bambini hanno potuto sperimentare anche l’arte del fumetto in due laboratori tenuti dai disegnatori del Treviso Comic Book Festival. E proprio in occasione del “Bon Bozzolla Porte Aperte” i lavori dei piccoli saranno esposti ad accompagnamento del risultato della tre giorni di street art dedicata ad anziani e adolescenti, promossa dal Bon Bozzolla in collaborazione con il Comune di Farra di Soligo, la Cooperativa Itaca e l’Associazione Fumetti in Treviso. Lo scorso giugno, catturati dalle performance live di tre affermati writers veneti e guidati dai loro sapienti consigli, i partecipanti hanno attinto a piene mani dalla loro creatività per dare forma e colore al rapporto tra le generazioni.