Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ca Sugana amplia il Controllo di Vicinato

L'ORDINANZA NO ALCOL ESTESA ANCHE IN ZONA MADONNINA

Grigoletto: "Sicurezza partecipata è la nostra strada."


TREVISO - Dopo il centro storico, i quartieri di San Zeno, Sant'Antonino, Selvana, Santa Maria del Rovere, San Liberale, il controllo del vicinato arriva anche a San Giuseppe in particolare nella zona della "Madonnina". Una novità che è il frutto dell'incontro avvenuto l'altra sera a Ca' Sugana tra i residenti e l'assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto. 

Nel frattempo il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo ha firmato nel pomeriggio di oggi l'estensione dell'ordinanza "No alcol" nei parchi e giardini pubblici in tutta la zona del residence. Saranno anche installate alcune telecamere per la videosorveglianza della zona, d'accordo con i residenti e l'amministratore dei condomini, Peruzzo. Sindaco e vice nelle scorse settimane avevano incontrato i rappresentanti dei cittadini che avevano richiesto un intervento da parte dell'amministrazione: "La deciso di estendere l'ordinanza anti alcol alla Madonnina è anche il frutto della volontà di collaborare che ci è stata manifestata da parte dei residenti che si sono detti pronti a contribuire attivamente al controllo del luogo - dichiara Manildo - È un modo prezioso per assicurare il rispetto della ordinanza". 

"Stiamo diffondendo anche nei quartieri il controllo di vicinato - dichiara il vicesindaco e assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto -  la sicurezza partecipata è la strada che con convinzione e determinazione vogliamo perseguire e con soddisfazione registriamo un numero crescente di concittadini che con grande disponibilità ci chiedono di realizzare il progetto nei diversi quartieri. E' il modo più efficace per garantire quel controllo capillare del territorio; uno strumento che permette, da un lato, l'intervento tempestivo delle forze dell'ordine (Polizia locale, ma anche Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di finanza, come sancito dal Patto per la Sicurezza che per primo il Comune di Treviso ha siglato); dall'altro, di poter svolgere una azione continuativa di prevenzione proprio grazie alle precise e puntuali informazioni che solo coloro che resiedono ventiquattro ore su ventiquattro nel luogo può fornire alla polizia per interventi mirati e appunto preventivi. Il nostro impegno per contrastare degrado e malvivenza continua e sta dando risultati importanti".

"L'ordinanza in questione è temporanea e prevede un tempo di sei mesi - dichiara il comandate della polizia locale di Treviso Maurizio Tondato - Alla fine della sperimentazione se necessario verrà inserita all'interno di un regolamento che la polizia locale sta rivendendo e integrando con l'individuazione delle aree per cui è prevista l'estensione del divieto".