Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ca Sugana amplia il Controllo di Vicinato

L'ORDINANZA NO ALCOL ESTESA ANCHE IN ZONA MADONNINA

Grigoletto: "Sicurezza partecipata Ŕ la nostra strada."


TREVISO - Dopo il centro storico, i quartieri di San Zeno, Sant'Antonino, Selvana, Santa Maria del Rovere, San Liberale, il controllo del vicinato arriva anche a San Giuseppe in particolare nella zona della "Madonnina". Una novità che è il frutto dell'incontro avvenuto l'altra sera a Ca' Sugana tra i residenti e l'assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto. 

Nel frattempo il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo ha firmato nel pomeriggio di oggi l'estensione dell'ordinanza "No alcol" nei parchi e giardini pubblici in tutta la zona del residence. Saranno anche installate alcune telecamere per la videosorveglianza della zona, d'accordo con i residenti e l'amministratore dei condomini, Peruzzo. Sindaco e vice nelle scorse settimane avevano incontrato i rappresentanti dei cittadini che avevano richiesto un intervento da parte dell'amministrazione: "La deciso di estendere l'ordinanza anti alcol alla Madonnina è anche il frutto della volontà di collaborare che ci è stata manifestata da parte dei residenti che si sono detti pronti a contribuire attivamente al controllo del luogo - dichiara Manildo - È un modo prezioso per assicurare il rispetto della ordinanza". 

"Stiamo diffondendo anche nei quartieri il controllo di vicinato - dichiara il vicesindaco e assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto -  la sicurezza partecipata è la strada che con convinzione e determinazione vogliamo perseguire e con soddisfazione registriamo un numero crescente di concittadini che con grande disponibilità ci chiedono di realizzare il progetto nei diversi quartieri. E' il modo più efficace per garantire quel controllo capillare del territorio; uno strumento che permette, da un lato, l'intervento tempestivo delle forze dell'ordine (Polizia locale, ma anche Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di finanza, come sancito dal Patto per la Sicurezza che per primo il Comune di Treviso ha siglato); dall'altro, di poter svolgere una azione continuativa di prevenzione proprio grazie alle precise e puntuali informazioni che solo coloro che resiedono ventiquattro ore su ventiquattro nel luogo può fornire alla polizia per interventi mirati e appunto preventivi. Il nostro impegno per contrastare degrado e malvivenza continua e sta dando risultati importanti".

"L'ordinanza in questione è temporanea e prevede un tempo di sei mesi - dichiara il comandate della polizia locale di Treviso Maurizio Tondato - Alla fine della sperimentazione se necessario verrà inserita all'interno di un regolamento che la polizia locale sta rivendendo e integrando con l'individuazione delle aree per cui è prevista l'estensione del divieto".