Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per il Challenge Italia-Usa buon risultato di Scala su Ubertus Ans e Moretti e Trogone Jet

PALIO DEI COMUNI, SUL PODIO SPRESIANO

Battuti il plurivincitore Resana ed i comuni di Villorba e Treviso


SPRESIANO - Il mercoledì all’ippodromo del Sant’Artemio laurea Spresiano vincitore dell’edizione 2017 del Palio dei Comuni, manifestazione che tanto successo ha avuto anni fa, ripescata dall’immaginario collettivo per una sera e denominata infatti nella circostanza “Amarcord”.

Battuti il plurivincitore Resana ed i comuni di Villorba e Treviso. Sul palco ad accompagnare le interviste agli amministratori la giornalista Giusi Vianello e la p.r. di Nordest Ippodromi spa, Marzia Tommasi. Un travolgente Marco Della Pietra ha accompagnato una foltissima delegazione di cittadini, colorando l’ippodromo grazie alle contrade del Palio: Borgo Piazza, Borgo Maggio, Borgo Sina e Borgo Vecchio.

Inoltre il gruppo dei Raga 80, i Lupi del Barcador ed i Gravaioi hanno dato man forte ad un Comune che partiva già avvantaggiato da un ottimo bonus iniziale. Anche gli altri comuni si sono difesi molto bene: Treviso ha schierato la Pro Loco di S. Angelo capitanata da Dino Masetto, Villorba la ASD Rugby presentata da Egidio Barbon e Resana con la sua Pro Loco e la giunta al completo.

Non solo Palio, però. C’era da seguire con interesse anche la prima delle tre manches del Challenge Italia-Usa, manifestazione riservata ai gentlemen – i guidatori non professionisti - organizzata dai GD club di Veneto ed Emilia-Romagna. La prima serata del trittico, che è proseguita ieri sera al Breda di Padova e si concluderà nel week-end all’ippodromo del Savio di Cesena, ha visto la superiorità dei nostri rappresentanti.

Maurizio Scala in coppia con Ubertus Ans ha dominato tatticamente da leader il miglio per discreti 4 anni, capace di sottrarsi in retta d’arrivo all’estremo tentativo di Uragano Fks ed Alessandra Devidè, mentre Giancarlo Moretti e Trogone Jet hanno riportato a sorpresa la Categoria “F” in 1.15.6 proprio davanti a Scala e Devidè, impegnati rispettivamente in coppia con Shark Attack e Mozart Matto, i due favoriti della prova.

Nel corso della serata doppio per Filippo Rocca coi cavalli di famiglia della Scuderia Sant’Eusebio. Il giovane guidatore milanese è andato a segno nettamente in apertura con Zaffiro Roc in percorso di testa a media di 1.18.3 e poi ha spaziato a piacimento grazie a 400 metri finali in 28.5 di altro spessore in sulky a Taylor Roc in 1.13.2, il riferimento cronometrico migliore della serata.

Due successi anche per la connection formata da Andrea Sarzetto nelle vesti di allenatore e Nando Pisacane in quelle di guidatore: merito di Victory Nord Fro, travolgente in retta d’arrivo a venire da lontano a piegare in zona traguardo il favorito Vagabond Bi, valido comunque nel percorso interamente esterno, ed Ulyan Vik, intangibile da un capo all’altro in 1.14.3 in una manche riservata ai 4 anni.