Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per il Challenge Italia-Usa buon risultato di Scala su Ubertus Ans e Moretti e Trogone Jet

PALIO DEI COMUNI, SUL PODIO SPRESIANO

Battuti il plurivincitore Resana ed i comuni di Villorba e Treviso


SPRESIANO - Il mercoledì all’ippodromo del Sant’Artemio laurea Spresiano vincitore dell’edizione 2017 del Palio dei Comuni, manifestazione che tanto successo ha avuto anni fa, ripescata dall’immaginario collettivo per una sera e denominata infatti nella circostanza “Amarcord”.

Battuti il plurivincitore Resana ed i comuni di Villorba e Treviso. Sul palco ad accompagnare le interviste agli amministratori la giornalista Giusi Vianello e la p.r. di Nordest Ippodromi spa, Marzia Tommasi. Un travolgente Marco Della Pietra ha accompagnato una foltissima delegazione di cittadini, colorando l’ippodromo grazie alle contrade del Palio: Borgo Piazza, Borgo Maggio, Borgo Sina e Borgo Vecchio.

Inoltre il gruppo dei Raga 80, i Lupi del Barcador ed i Gravaioi hanno dato man forte ad un Comune che partiva già avvantaggiato da un ottimo bonus iniziale. Anche gli altri comuni si sono difesi molto bene: Treviso ha schierato la Pro Loco di S. Angelo capitanata da Dino Masetto, Villorba la ASD Rugby presentata da Egidio Barbon e Resana con la sua Pro Loco e la giunta al completo.

Non solo Palio, però. C’era da seguire con interesse anche la prima delle tre manches del Challenge Italia-Usa, manifestazione riservata ai gentlemen – i guidatori non professionisti - organizzata dai GD club di Veneto ed Emilia-Romagna. La prima serata del trittico, che è proseguita ieri sera al Breda di Padova e si concluderà nel week-end all’ippodromo del Savio di Cesena, ha visto la superiorità dei nostri rappresentanti.

Maurizio Scala in coppia con Ubertus Ans ha dominato tatticamente da leader il miglio per discreti 4 anni, capace di sottrarsi in retta d’arrivo all’estremo tentativo di Uragano Fks ed Alessandra Devidè, mentre Giancarlo Moretti e Trogone Jet hanno riportato a sorpresa la Categoria “F” in 1.15.6 proprio davanti a Scala e Devidè, impegnati rispettivamente in coppia con Shark Attack e Mozart Matto, i due favoriti della prova.

Nel corso della serata doppio per Filippo Rocca coi cavalli di famiglia della Scuderia Sant’Eusebio. Il giovane guidatore milanese è andato a segno nettamente in apertura con Zaffiro Roc in percorso di testa a media di 1.18.3 e poi ha spaziato a piacimento grazie a 400 metri finali in 28.5 di altro spessore in sulky a Taylor Roc in 1.13.2, il riferimento cronometrico migliore della serata.

Due successi anche per la connection formata da Andrea Sarzetto nelle vesti di allenatore e Nando Pisacane in quelle di guidatore: merito di Victory Nord Fro, travolgente in retta d’arrivo a venire da lontano a piegare in zona traguardo il favorito Vagabond Bi, valido comunque nel percorso interamente esterno, ed Ulyan Vik, intangibile da un capo all’altro in 1.14.3 in una manche riservata ai 4 anni.