Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/220: BROOKS KOEPKA FA IL BIS ALL'US OPEN

Il terribile campo di Shinnecock Hills fa strage di big


TREVISO - Risale al 1891 la storia di questo percorso che nasce a 12 buche, alle porte di New York. Seguirono le altre 6 nel 1895, poi subì modifiche nel 1920, per essere completato nel 1931. Oggi il percorso è un par 70 di ben 6.808 metri. Da sempre considerato tra i più...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per il Challenge Italia-Usa buon risultato di Scala su Ubertus Ans e Moretti e Trogone Jet

PALIO DEI COMUNI, SUL PODIO SPRESIANO

Battuti il plurivincitore Resana ed i comuni di Villorba e Treviso


SPRESIANO - Il mercoledì all’ippodromo del Sant’Artemio laurea Spresiano vincitore dell’edizione 2017 del Palio dei Comuni, manifestazione che tanto successo ha avuto anni fa, ripescata dall’immaginario collettivo per una sera e denominata infatti nella circostanza “Amarcord”.

Battuti il plurivincitore Resana ed i comuni di Villorba e Treviso. Sul palco ad accompagnare le interviste agli amministratori la giornalista Giusi Vianello e la p.r. di Nordest Ippodromi spa, Marzia Tommasi. Un travolgente Marco Della Pietra ha accompagnato una foltissima delegazione di cittadini, colorando l’ippodromo grazie alle contrade del Palio: Borgo Piazza, Borgo Maggio, Borgo Sina e Borgo Vecchio.

Inoltre il gruppo dei Raga 80, i Lupi del Barcador ed i Gravaioi hanno dato man forte ad un Comune che partiva già avvantaggiato da un ottimo bonus iniziale. Anche gli altri comuni si sono difesi molto bene: Treviso ha schierato la Pro Loco di S. Angelo capitanata da Dino Masetto, Villorba la ASD Rugby presentata da Egidio Barbon e Resana con la sua Pro Loco e la giunta al completo.

Non solo Palio, però. C’era da seguire con interesse anche la prima delle tre manches del Challenge Italia-Usa, manifestazione riservata ai gentlemen – i guidatori non professionisti - organizzata dai GD club di Veneto ed Emilia-Romagna. La prima serata del trittico, che è proseguita ieri sera al Breda di Padova e si concluderà nel week-end all’ippodromo del Savio di Cesena, ha visto la superiorità dei nostri rappresentanti.

Maurizio Scala in coppia con Ubertus Ans ha dominato tatticamente da leader il miglio per discreti 4 anni, capace di sottrarsi in retta d’arrivo all’estremo tentativo di Uragano Fks ed Alessandra Devidè, mentre Giancarlo Moretti e Trogone Jet hanno riportato a sorpresa la Categoria “F” in 1.15.6 proprio davanti a Scala e Devidè, impegnati rispettivamente in coppia con Shark Attack e Mozart Matto, i due favoriti della prova.

Nel corso della serata doppio per Filippo Rocca coi cavalli di famiglia della Scuderia Sant’Eusebio. Il giovane guidatore milanese è andato a segno nettamente in apertura con Zaffiro Roc in percorso di testa a media di 1.18.3 e poi ha spaziato a piacimento grazie a 400 metri finali in 28.5 di altro spessore in sulky a Taylor Roc in 1.13.2, il riferimento cronometrico migliore della serata.

Due successi anche per la connection formata da Andrea Sarzetto nelle vesti di allenatore e Nando Pisacane in quelle di guidatore: merito di Victory Nord Fro, travolgente in retta d’arrivo a venire da lontano a piegare in zona traguardo il favorito Vagabond Bi, valido comunque nel percorso interamente esterno, ed Ulyan Vik, intangibile da un capo all’altro in 1.14.3 in una manche riservata ai 4 anni.