Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Bj÷rkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ora le campagne di sterilizzazione gravano sugli enti di protezione

ALLARME ABBANDONI DI GATTINI, ENPA DEPOSITA 131 DENUNCE

Migliaia i gattini abbandonati ogni anno, la maggiorparte destinata a morire


TREVISO - La denuncia parte alle associazioni animaliste. Anche quest'anno è allarme rosso per gli abbandoni di gattini.
Se ne fa portavoce l'Enpa, che nelle ultime settimane sta registrando gravissime difficoltà nell'arginare e gestire l'inarrestabile fenomeno dell’abbandono di gattini.
In questi giorni l'associazione animalista ha depositato in Procura 131 denunce relative a oltre 300 gattini.
Da metà marzo a settembre inoltrato di ogni anno, Enpa e le altre associazioni protezionistiche ricevono segnalazioni quotidiane di abbandoni: quasi tutti sono cuccioli, singoli o intere cucciolate, a volte mamma e piccoli al seguito.

Sono migliaia i gattini abbandonati ogni anno, buttati nella spazzatura e gettati nei fossi. I pochissimi fortunati vengono casualmente trovati da passanti ma, i più, gettati nei campi, fanno un terribile fine: muoiono di stenti per fame e sete. Destino ancora più crudele per quelli che vengono addirittura lanciati dalle auto in corsa.
Ci si sbarazza di loro per vigliaccheria, ignoranza e crudeltà.

Così, ogni anno, il dramma si ripete, tra l'indifferenza dei più e l'angoscia dei pochi che, rispondendo al sentimento di pietà e compassione che anima la loro coscienza, si sentono in dovere di porvi un qualche rimedio. Lottare tutti i giorni contro l'ignoranza e l'indifferenza, per raccogliere dalla strada o dalla spazzatura centinaia di animali abbandonati, non è un bel vivere.

«Poiché si sta sempre più diffondendo la consapevolezza che la violenza contro gli animali è un "evento sentinella", nel senso che può essere l'antefatto di un comportamento criminale controbambini, donne e anziani, la denuncia deve essere intesa come una forma di prevenzione per l’eventuale deriva nei confronti degli esseri umani. E poiché ad oggi sono più di 300 i gattini abbandonati ospitati a casa dei nostri volontari e che cercano famiglia" dichiara Adriano De Stefano, residente della Sezione ENPA di Treviso " e visto che i nostri appelli alle istituzioni rimangono inascoltati, abbiamo deciso di denunciare il reato depositando in Procura 131 denunce per abbandono (Art. 727 c.p.) che coinvolgono 300 gattini. Sappiamo che sarà difficile, se non impossibile, trovare i responsabili di questi atti criminali, tuttavia non possiamo esimerci dal denunciare il reato. Speriamo che possa darci la visibilità necessaria affinché intervengano gli enti pubblici, applicando le leggi, per contenere il fenomeno».

Per i gatti, esclusi quelli colonia, non vi è alcuna normativa che tuteli gli abbandonati e non esistono strutture pubbliche di accoglienza, i gattili sono rimasti solo sulla carta. Per i gatti "trovatelli" che sono adottati, non è prevista né la sterilizzazione gratuita né quella agevolata.

Per i cani, esiste l'obbligo dell’identificazione con microchip e la registrazione in anagrafe canina mentre, per i gatti, ’l’anagrafe felina non esiste ancora. Vi è l’obbligo d’intervento per i gatti incidentati, ma non ci sono norme precise per la cura dei gatti randagi. Sulle associazioni protezionistiche gravano la maggior parte degli obblighi riguardanti le campagne di sterilizzazione.