Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Prima intervista ad uno dei giocatori più attesi della De Longhi

ECCO JOHN BROWN, L'ATTESO USA DI TVB

"Sono eccitato di far parte di questo gruppo"


TREVISO - Prima intervista al nuovo americano della De Longhi, l'atteso John Brown. “Sono estremamente felice ed eccitato di essere diventato un giocatore di Treviso Basket e di far parte di questa squadra e di questa società. Questo sarà il mio secondo campionato in Italia e credo che troverò qualche differenza rispetto al primo, però il mio obiettivo è sempre quello, esprimere il massimo lavorando giorno dopo giorno e cercando di giocare la mia pallacanestro. E naturalmente spero anche di vincere.”
Come ha raccontato il giemme Andrea Gracis, essere arrivati a tesserare uno dei migliori stranieri della A2 è stato un percorso tortuoso, pieno di ostacoli. Brown ai suoi agenti aveva chiaramente detto di volere una squadra di serie A, ed ha tergiversato sino all‘ultimo. TVB ha mostrato tutta la pazienza che ci voleva in questo caso, ha aspettato ed alla fine il corteggiamento ha avuto successo, anche per la grossa mano che ha dato Massimo Iacopini, che fa parte della sua agenzia. Com’è andata la trattativa, John? “Certo, volevo cominciare a vedere come fosse l’organizzazione di un club del massimo campionato, proprio per iniziare a lottare ad alto livello, ma sono certo di aver trovato un gruppo ugualmente organizzato e competitivo. E sicuramente per la prossima stagione ho grandi aspettative, anche se della De Longhi conosco solo Matteo Fantinelli. Da avversario, chiaro.”
Tutto il suo talento Brown ce lo mostrò personalmente a marzo in Coppa Italia, con i 26 punti che in maglia Virtus Roma segnò alla De Longhi a Casalecchio. “Sì, comunque rimasi deluso perché quella partita la giocammo bene ma perdemmo di un solo punto. Io feci una buona prestazione ma fu inutile. Per me la cosa più importante è vincere ed il successo invece lo colse Treviso.”
-Descriviti come giocatore. Sei un 4-5 in grado di fare molte cose, quali sono le tue peculiarità?
“Fondamentalmente so fare un po’ di tutto ma eseguo ciò che l’allenatore vuole da me: conosco il gioco, mi piace dare una mano ai miei compagni, creare opportunità. Poi certo, amo anche le cose spettacolari, come ad esempio schiacciare.”