Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/219: DAI CONTI CORRENTI AL GREEN, LA SFIDA DEI BANCARI

A Ca' della Nave il torneo tra gli istituti di credito europei


MARTELLAGO - Patrocinato dalla Federazione Italiana Golf, c’è stato, al Circolo del Golf di Cà della Nave, l’incontro di Golf interbancario, tra i dipendenti degli istituti di credito d’Europa, il 17esimo, che ha impegnato il Club ospitante per cinque giornate. Si...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/218: UN GRANDE MOLINARI INFIAMMA L'OPEN D'ITALIA

La vittoria finale, però, va per un colpo al danese Olesen


SOLANO DEL LAGO (BS) - Eccoci arrivati all’Open d’Italia, il tanto atteso appuntamento, il maggiore del Golf italiano. Prologo domenica 27, in piazza Malvezzi e sul lungolago Cesare Battisti a Desenzano, era festa grande a Soiano del Lago: entusiasmo, curiosità, musica e...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/217: IL GOLF FINALMENTE VA IN TELEVISIONE

Sul campo di Ca' della Nave registrata la trasmissione di Bucarelli e Lanza


MARTELLAGO - È ben noto il disappunto del golfista che non è abbonato Sky, per non aver l’opportunità di vedere in chiaro le partite di golf nei programmi nazionali, seppur costretto a pagare il canone Rai. Non saprei a cosa ascrivere questo svantaggio sulla testa degli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Attenzione su vie laterali, parchi isolati, luoghi di aggregazione

VIGILI URBANI IN PATTUGLIA NEI QUARTIERI DELLA PERIFERIA

Rafforzato il servizio dalle 18 alle 23 con agenti volontari


TREVISO - Un nuovo strumento per garantire ancora maggiore sicurezza ai cittadini residenti nei quartieri periferici di Treviso: un servizio di vigilanza, ogni sera dalle 18 alle 23, attivo grazie al contributo volontario degli agenti della Polizia Locale.

La proposta arriva dall'assessorato alla Sicurezza urbana e dal Comando della Polizia Locale ed è stato approvata dalla giunta comunale.  "Stiamo predisponendo una serie di progetti per garantire un'intensificazione dei controlli nei quartieri. In alcune zone abbiamo già incontrato i residenti per interventi mirati, come a Santa Bona" - dichiara l'assessore alla Sicurezza Roberto Grigoletto.

Quello predisposto è un servizio sperimentale di controllo estremamente completo: pattugliamenti quotidiani di tre quartieri per turno, a rotazione, ad opera di due o tre agenti al massimo, in auto con luci da crociera o a piedi. I vigili perlustreranno a vista tutti i siti ritenuti sensibili, con particolare attenzione per i luoghi di aggregazione (parchi, giardini e locali pubblici isolati). È inoltre prevista l'istituzione di brevi posti di blocco di mezz'ora ciascuno in vie e strade secondarie, solitamente non soggette a questo tipo di precauzioni, per identificare i soggetti in transito e monitorare le situazioni.

Ovviamente, la Centrale Operativa si riserva la possibilità di richiamare in servizio gli agenti volontari in pattugliamento, nel caso sopraggiungano gravi necessità ed altre priorità.
L'orario dei controlli, dalle 18 alle 23, è al momento indicativo e può tranquillamente subire modifiche a seconda delle esigenze del periodo (ore luce, quindi) o del personale a disposizione. Il Servizio partirà in forma sperimentale per 6 mesi: al termine del periodo Comune e Polizia valuteranno l'opportunità di proseguire o meno l'attività, dopo aver analizzato i risultati ottenuti.

Così commenta il comandante della Polizia Locale, Maurizio Tondato: "Anche questa iniziativa rientra in un progetto di riorganizzazione complessiva della Polizia Locale, al fine di poter garantire a tutti i cittadini un sempre maggiore controllo su tutto il territorio comunale: abbiamo in un primo momento potenziato i pattugliamenti in Centro Storico, pur mantenendo sempre alto il livello del servizio nelle periferie. Ora è arrivato il momento di aumentare i controlli anche nei quartieri, in special modo lì dove sussistono situazioni a rischio: vie laterali, parchi isolati, locali pubblici aggregativi. L'iniziativa approvata dalla Giunta non comporta un aumento dell'organico ma fa parte, come detto, di un processo più ampio di riorganizzazione di tutto il servizio".