Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Cherv˛ il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/237: L'OPEN D'ITALIA DEI CAMPIONI PARALIMPICI

Lo svedese Joakim Bj÷rkman si conferma imbattibile


CREMA - Sotto l’egida di EDGA (European Disabled Golf Association), si è giocata a Crema la 18esima edizione del torneo italiano per giocatori disabili, aperta a tutte le tipologie di disabilità. Il torneo, appena concluso, si è giocato sulla distanza di trentasei buche,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Impegnate fino a notte fonda le squadre del Suem di quattro Ulss

MALTEMPO, 48 FERITI IN PRONTO SOCCORSO, SOLO TRE ANCORA RICOVERATI

Una tedesca con una vertebra fratturata operata a Treviso


VENEZIA/TREVISO - Sono 48 i feriti soccorsi e portati nei Pronto soccorso degli ospedali del litorale e dell’entroterra a seguito del fortunale che ha colpito giovedì pomeriggio le coste venete. Di questi 45 sono già stati dimessi e solo 3 risultano ricoverati.

Il bilancio più pesante si registra nell’area del Cavallino, con 3 feriti gravi: una turista tedesca di 42 anni, operata nella notte al Cà Foncello di Treviso La zona del Cavallino dall'elicottero di Treviso Emegenzaper una frattura vertebrale, un residente del  comune stesso di Cavallino Treporti con trauma toracico e frattura vertebrale ricoverato a San Donà e un terzo ferito, trasportato d’urgenza all’ospedale Santi Giovanni e Paolo di Venezia e lì tuttora ricoverato. Dei pazienti portati in autombulanza nei presidi di soccorso del litorale, 17 sono di nazionalità straniera (tedeschi, olandesi, austriaci e ungheresi) e 28 italiani.

Le squadre sanitarie del 118 delle Ulss Serenissima, Veneto Orientale, Polesana e Marca Trevigiana – rende noto il coordinatore del Suem del Veneto - hanno lavorato dal pomeriggio fino a notte fonda a pieno regime per soccorrere le migliaia di turisti che affollano i villaggi e i campeggi della costa veneziana e polesana e i residenti dei comuni costieri.
Ingente il dispiegamento di mezzi e uomini: dall’Ulss 4 Veneto Orientale sono intervenute 6 autoambulanze con relative squadre (2 di presidio a Cavallino e 4 di stanza a Jesolo); dall’Ulss 3 Serenissima 4 idroambulanze (di cui 3 della Croce Verde di Venezia), 4 autoambulanze (di cui 2 della Croce Verde di Marcon e 1 della Croce Rossa), un mezzo del nucleo soccorsi speciali e una automedica; l’Ulss 2 di Treviso ha messo a disposizione, oltre all’elicottero che ha soccorso la turista tedesca, 3 autoambulanze (di cui una della Croce Rossa) e una automedica. Infine l’Ulss 5 Polesana ha mobilitato 7 autoambulanze per soccorrere turisti e residenti ad Albarella, Rosolina e nell’area del delta del Po: solo 3 gli accessi al Pronto Soccorso.