Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Primo di una serie di eventi promossi dal Comitato Viva e da Sanca veneta

ANCHE LA SINISTRA VENETA SI SCHIERA IL SÌ ALL'AUTONOMIA

Sabato a Venezia una manifestazione in campo Santa Margherita


VENEZIA - Domani, sabato 12, dalle 19 si terrà in Campo Santa Margherita a Venezia il primo di una serie di eventi organizzati dal comitato VIVA - Comitato di Centro/Sinistra per l'autonomia del Veneto.
Nel corso dell'evento saranno presentate le ragioni di Sinistra per un Sì al referendum sull'autonomia del Veneto, in programma il prossimo 22 ottobre, e sarà data la possibilità ai presenti di dire la loro salendo su di una cassa e parlando al pubblico. Nella convinzione che le proposte concrete e l'ascolto delle diverse opinioni debbano essere la sostanza della futura campagna referendaria.
Sanca Vaneta spiegano i responsabili - è da sempre in prima linea per l'autogoverno del Veneto, ma in vista della consultazione referendaria ritiene necessario far sentire anche la voce di coloro che si battono per una radicale alternativa all’attuale sistema politico veneto, in particolare alla Lega e alle Destre, che governano la nostra regione da decenni.
Non a caso, “Sanca” in veneto, indica la Sinistra: Sanca Veneta vuole l'autonomia in vista di una più equa fiscalità, di un’accoglienza dei migranti libera da ogni forma di razzismo, di un sistema di pubblica istruzione accessibile a tutti, di un reddito minimo garantito alle fasce più deboli della popolazione. Il gruppo, ribadiscono i promotori, si muove in una prospettiva profondamente europeista e neo-municipalista, perché sia restituito potere di decisione e autodeterminazione alle città e alle comunità locali, in aperta contrapposizione alla visione leghista di un mero "centralismo regionale".
Da la volontà, insieme ad altri gruppi e movimenti, anche di estrazione diversa, di attuare un'azione di sensibilizzazione in vista del referendum.