Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Le normative nazionali non permettono semafori ai varchi"

DODICIMILA AUTO A SETTIMANA ENTRANO NELLA ZTL DEL CENTRO DI TREVISO

L'assessore Camolei: "Solo il 5,8% è irregolare e multato"


TREVISO - “Stiamo valorizzando il centro storico, il cuore della città. I dati dimostrano come il nuovo sistema di rilevamento dei veicoli stia entrando nelle nostre abitudini”.
A quasi un mese dall’avvio del sistema di sanzione automatica, l’assessore alla crescita e allo sviluppo Paolo Camolei fa il punto. “Nonostante il periodo estivo e dunque un calo di presenze in città, compensato dall’arrivo dei turisti, il numero di richieste di accessi temporanei resta positivo. Si tratta di quasi una quarantina al giorno da parte di clienti degli alberghi, operatori economici e imprese di trasporto. Segno che il sistema di sanzione automatica dei veicoli non solo funziona, ma ben si adatta alle esigenze della città"
In media, fanno sapere da Ca' Sugana, in una settimana, circa 12mila automezzi attraversano i varchi. Di questi solo 860 a settimana sono irregolari, 700 i realmente sanzionati e 160 quelli che hanno regolarizzato la loro posizione a vario titolo. Dunque - chiarisce l’assessore - la percentuale dei sanzionati è molto bassa, vale a dire il 5,8 per cento. Una percentuale bassissima se paragonata a quella di altre città anche limitrofe dove quest’ultima si aggira intorno al 10. Inoltre - aggiunge Camolei - va chiarita la questione relativa agli incassi. Non si può calcolare il totale moltiplicando il costo per il numero di sanzioni perché proprio la sanzione varia in base a quando viene pagata: per esempio il costo si riduce a poco più di 56 euro se viene sanata entro i cinque giorni”.
L’assessore interviene poi sulla questione della segnaletica e dell'informazione: “La scelta della segnaletica non è a discrezione del Comune, ma imposta dal Ministero. I semafori per esempio non sono ammessi. Va poi detto che il maggior numero di accessi irregolari vengono rilevati in via Manin dove la Ztl da sempre è attiva solo di notte quando le attività commerciali hanno già abbassato le serrande e i residenti riposano. Sul fronte dell'informazione credo che sei mesi di campagna siano un tempo sufficientemente lungo ma a settembre potremmo valutare di tornare a far presidiare i varchi da parte della polizia locale. Infine non va dimenticata la questione della sicurezza: abbiamo otto occhi elettronici in più che ci dicono con precisione chi entra in città. Uno strumento in più per mantenere elevati gli standard di sicurezza”.