Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I Vigili del fuoco al lavoro con 40 uomini e 10 mezzi

INCENDIO DEVASTA AZIENDA DI RACCOLTA DI RIFIUTI INDUSTRIALI A VIDOR

Rischio inquinamento, una persona lievemente intossicata


VIDOR - Un incendio di vaste proporzioni ha devastato la Vidori Servizi Ambientali di Vidor, ditta che si occupa di stoccaggio e smaltimento di rifiuti speciali. L'allarme è scattato nel primissimo pomeriggio: le fiamme hanno attechito nel deposito dell'azienda di via Tittoni, attiva dal 1979, e si sono presto propagate all'intero fabbricato. I Vigili del fuoco sono intervenuti, con 40 addetti e dieci mezzi, giunti anche da fuori provincia di rinforzo ai colleghi locali: dopo oltre sei ore di lavoro, intorno alle 18, l'incendio può dirsi sotto controllo, anche se permangono ancora dei focolai. Soprattutto gli operatori sono riusciti ad evitare che si propagasse ai materiali più pericolosi stoccati nel capannone. Due vigili del fuoso sono stati colpiti da un esaurimento di calore, proprio a causa dell'esposizione alle altissime temperature, nonostante le protezioni e le attrezzature di cui sono dotati: dopo essere stati reidratati e controllati dal personale sanitario, ripresisi, sono tornati al lavoro.
Ampie porzioni del vasto capannone sono andate completamente distrutte. A generare preoccupazione, vista la natura del materiale bruciato, però, sono soprattutto i possibili rischi di inquinamento e che la densa colonna di fumo nero sprigionatasi dallo stabilmento possa contenere sostanze tossiche. Per questo sono stati subito mobilitati anche i tecnici dell'Arpav, per le relative analisi.
La ditta era chiusa per ferie dalla settimana scorsa: a dare l'allarme sono stati alcuni passanti. Nei minuti successivi al centralino di Vigili del fuoco sono giunte almeno altre ottante telefonata, di cittadini impauriti dalla colonna di fumo, visibile anche a molti chilometri di distanza.
Il Suem 118, intervenuto con tre ambulanze e un'unità anti contaminazione nucleare-biologica-chimica- radiologica, ha soccorso una persona vittima di intossicazione e trasportata in ospedale.
Ancora da chiarire le cause del rogo: non si . Sul posto anche i Carabinieri, per le indagini del caso, e il sindaco di Vidor, Albino Cordiali.