Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco Albino Cordiali firma un'ordinanza, le indicazioni dell'Ulss

RIMANERE IN CASA E NON MANGIARE FRUTTA E VERDURA DELL'ORTO

Le raccomandazioni per i residenti dopo l'incendio di Vidor



VIDOR -
Rimanere in casa o comunque in ambienti chiusi, senza aprire le finestre e limitando al minimo indispensabile le uscite all'esterno. Evitare di raccogliere e consumare prodotti dell'orto e del giardino, ovvero frutta e verdura, in particolare insalata a foglia larga. Sono le precuzioni rivolte ai cittadini di Vidor in un'apposita ordinanza firmata dal sindaco Albino Cordiali, in seguito all'incendio che nel pomeriggio ha distrutto buona parte degli impianti della Vidori, azienda specializzata nel trattamento dei rifiuti industriali. La loro combustione, dunque, potrebbe aver generato sostanze pericolose.

Le indicazioni sono valide fino a che l'Arpav, l'agenzia regionale per l'ambiente, non avrà completato le analisi sull'aria e avrà escluso rischi per la salute umana.

L'Ulss 2 ribadisce che le raccomandazioni sono riferite agli abitanti delle aree limitrofe alla sede della ditta, in modo particolare a quelli della zona di Mosnigo, verso cui si sono in prevalenza diretti i fumi sviluppati dal rogo. La cautela di non mangiare ortaggi o frutta raccolti in loco vale poi nel raggio di un paio di chilometri dall'area industriale di Vidor.
Il personale del Suem è intervenuto durante l'incendio, allestendo anche un posto di soccorso: un operaio della ditta, presente nonostante l'azienda fosse chiusa per ferie, è giunto al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Conegliano con lievi sintomi d’intossicazione che non hanno richiesto ricovero.