Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/286: L'OPEN D'ITALIA PER LA PRIMA VOLTA PARLA AUSTRIACO

All'Olgiata si impone Bernd Wiesberger, sotto tono Chicco Molinari


ROMA - Eccoci giunti al più grande appuntamento italiano dell’anno con il Golf: la 76esima edizione dell’OPEN D’ITALIA. A ospitarla è l’Olgiata Golf Club di Roma,nel percorso di gara, par 71, su quei terreni dove pascolava Ribot; un Open da gustare dalla...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/285: JON RAHM PROFETA IN PATRIA

L'iberico trionfa per la seconda volta nell'Open di Spagna


MADRID - L’European Tour arriva in Spagna, fa tappa al Club de Campo di Madrid, dove si disputa il Mutuactivos Open de España, una settimana prima dell’evento italiano. Sette sono gli azzurri in gara, tutti tesi a trovare il ritmo da dimostrarepoi a Roma, per l’Open...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/284: TURKISH AIRLINES CUP, RAFFINATA PROMOZIONE SPORTIVA

La tappa veneta del torneo voluto dalla compagnia aerea


ASOLO -  Una raffinata giornata, questo torneo di Golf amatoriale. È la tappa veneziano del Campionato che Turkish Airlines promuove nei quattro Continenti. È di qualificazione, introduttivo al gran finale che verrà disputato a Belek, in Turchia, dal prossimo sabato 2 alla...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per la parlamentare il settore dei rifiuti in Veneto a forte rischio

"L'OMBRA DELLE MAFIE DIETRO ALL'INCENDIO ALLA VIDORI"

La senatrice Puppato chiede una nuova indagine alla Commissione Ecomafie


VIDOR - “Ho richiesto l’apertura di un nuovo fascicolo sulla Vidori alla Commissione Ecomafie, perché l’accertamento del dolo, personale o di terzi, pressoché certo, determina uno scenario preoccupante che conferma la situazione che vede il Veneto con fatti delittuosi in numero superiore a regioni con comprovata storia di criminalità organizzata”. Lo annuncia Laura Puppato, capogruppo PD in Commissione bicamerale di inchiesta sul ciclo dei rifiuti.

“La nostra regione rimane un’area all’avanguardia nella gestione del ciclo dei rifiuti, con impianti molto moderni di smistamento, ma inevitabilmente questo settore, che può divenire un business molto redditizio, attira appetiti alieni alla volontà di creare un sistema virtuoso, ma intenti solamente alla speculazione, ottenendo massimi profitti senza scrupolo alcuno - ribadisce Puppato -. Qui si tratta di capire se l’incendio dipenda dall’attività di terzi o si tratti di un inside job ad opera di un settore aziendale. In entrambi i casi ci troveremmo di fronte a situazioni gravissime, che determinerebbero la necessità di indagini approfondite al fine di capire se esista e come agisca un’eventuale organizzazione di stile mafioso, o di identificare con chiarezza i soggetti privati che sia necessario allontanare per sempre dal ciclo dei rifiuti”.
Secondo la parlamentare trevigiana proprio l'opera della Commissione Ecomafie ha contribuito a redigere una legge innovtiva in materia, velocizzando le procedure ed evitando anche che i responsabili possano farla franca per il sopraggiungere della prescrizione.  "Ora continueremo il nostro lavoro, valutando nuovi articoli funzionali a cancellare rischi come questi - assicura l'esponente trevigiana di Palazzo Madama -. La gestione della materia rifiuto, da reinserire nel ciclo produttivo, è una delle chiavi dello sviluppo economico e dell'economia circolare fondamentale per il nostro futuro anche produttivo"