Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì 25 agosto nuovo appuntamento della rassegna

L'ALLEGRIA DISPERATA DEL TANGO PROTAGONISTA AL FASOL MENIN PLAYS

Omaggio a Piazzolla con fisarmoniche e ballerini


VALDOBBIADENE - Riprende il Fasol Menin Plays, la rassegna di musica e spettacoli promossa dall'omonima casa vitivinicola, con il gradito ritorno delle fisarmoniche di Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin del Duo Dissonance e l'omaggio a Astor Piazzolla, con la straordinaria partecipazione dei tangueros Dania Maniero e Raffaele De Angelis.
L'appuntamento, intitolato "Fragrancia de tango. Omaggio a Piazzolla", è per venerdì 25 agosto, alle 21.15, biglietto unico a 12,00 euro.
"Il tango è un pensiero triste che si balla” , così definiva il tango Enrique Santos Discepolo. Se il valzer vola verso una lontananza infinita, il tango risuona come fosse l’ultima volta, con una sua allegria disperata. Per questo, la malinconia schiusa dal tango è unica: rassomiglia a un lampo di fosforo, all’istante, quando il piacere dell’eros si fa intollerabile; il valzer fa turbinare le immagini, il tango è un gesto fulmineo nel nulla. La sua tristezza non è confortata, il tango non conosce lieto fine.