Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/264: PIERO TARUFFI, L'"UOMO FRECCIA"

Un evento alla Montecchia celebra l'ingegnere- pilota


PADOVA - Atleti, piloti, e Vip al Golf della Montecchia, sabato 25 maggio, a celebrare Piero Taruffi, la “Volpe argentata”. L’evento, nella sua terza edizione, intende essere una giornata di celebrazione dell’indimenticabile pilota. Ci sarà il concorso di eleganza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/263: IL VICENTINO MIGLIOZZI MIGLIOR AZZURRO AL CHINA OPEN

A Shenzen il finlandese Korhonen si impone al playoff sul francese Hebert


SHENZEN - Sono ben quattro gli azzurri che partecipano al Volvo China Open, evento dell’Asian Tour e dell’European Tour, in programma a Shenzhen, al Tradition at Wolong Valley, di Chengdu in Cina. È Il venticinquesimo anniversario di questo torneo, che significa scadenza molto...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/20: GOLF CLUB CASTELFALFI

Tra le colline del Chianti, il paesaggio fa dimenticare anche le difficoltà tecniche


CASTELFALFI - Si arriva a Castelfalfi, località ignota ai più, percorrendo le luminose colline del Chiantigiano che riservano splendidi scorci. Siamo a Montaione, nei pressi dei borghi di San Gimignano e di Volterra, e Castelfalfi è un piccolo villaggio medievale arroccato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dall'inverno ne saranno messi a dimora 130 nuovi nelle stesse aree

PER OGNI ALBERO ABBATTUTO, IL COMUNE NE PIANTERÀ QUATTRO

Verranno tagliati 40 platani malati di cancro colorato


TREVISO - Sono 130 i nuovi alberi che la giunta Comunale di Treviso ha deciso di piantare a fronte dei 40 platani affetti da cancro colorato che dovranno necessariamente essere abbattuti nei prossimi giorni. Tre nuove piante per ogni platano affetto da una malattia che in 40 anni ha ucciso oltre il 60 per cento dei platani presenti nella nostra Regione.

Su richiesta del sindaco di Treviso Giovanni Manildo, l’assessore al Verde urbano Alessandra Gazzola ha fatto predisporre dai tecnici del settore un accurato piano di compensazione che verrà avviato subito dopo gli abbattimenti. “Sulla gestione del verde la politica di questa amministrazione è chiara: per ogni albero che siamo costretti ad abbattere ne piantiamo almeno uno nuovo. Stavolta abbiamo voluto fare di più e saranno addirittura tre”, sottolinea Gazzola.

Nella relazione eseguita dal tecnico incaricato i nuovi 130 alberi (quasi tutte appartenenti alla ‘Vallis Clausa’ la varietà indicata dal Ministero delle Politiche agricole e Forestali come più resistente al focolaio) saranno piantati nelle aree dove sono stati effettuati gli abbattimenti ovvero lungo il Terraglio e la Feltrina, viale Cairoli, e poi a Selvana, Santa Maria del Rovere, Santa Bona, Sant’Angelo, San Pelajo e nel giardino della scuola primaria Niccolò Tommaseo a San Zeno.  Il piano di compensazione sarà attuato a partire dalla prossima stagione invernale, periodo più idoneo per la messa a dimora delle nuove piante. Quanto invece ai siti di abbattimento è necessario attendere due anni per la sostituzione delle piante, questo è il tempo prescritto per assicurare la completa bonifica delle aree e per garantire la sopravvivenza delle nuove.

“La malattia in questione, il cancro colorato del platano, costringe a una sola soluzione, l’abbattimento – spiega l'assessore - Inoltre è necessario procedere con urgenza e secondo le modalità precise e prescritte negli atti autorizzativi in quanto non è in alcun modo possibile rischiare di assistere ad incidenti come quelli che si sono verificati altrove in occasione del maltempo, specie su una strada ad alto scorrimento come il Put. Ma con questo piano il numero delle nuove piante supera di gran lunga quelli che verranno abbattuti”.