Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La manifestazione si terrà dal 22 al 24 settembre

TRE TREVIGIANI IN LIZZA AI MONDIALI DI KARATE A VILLORBA

Sono Francesco Ouattara, Caterina Dozzo e Abouba Kone


TREVISO - Saranno ben tre i trevigiani che il prossimo 22-24 settembre giocheranno in casa, al Palaverde di Villorba, per i Campionati Mondiali di Karate Shotokan. Francesco Ouattara, Caterina Dozzo e Abouba Kone, tesserati con ASD Ren Bu Kan, sono i tre karateka di Marca che si sono conquistati la convocazione nella nazionale italiana al termine di una selezione durissima, svoltasi in questi giorni a Bellaria-Igea Marina, in occasione degli stage indetti dall’Istituto Italiano Shotokan, che hanno visto circa 500 atleti da 140 società da tutta Italia contendersi uno dei 39 posti disponibili per la partecipazione al mondiale. Una convocazione ottenuta sotto gli occhi dello staff tecnico della nazionale, composto dai maestri Pasquale Acri, Silvio Campari, Elio Giacobini e soprattutto dal direttore tecnico Hiroshi Shirai, maestro 10° Dan fondatore dell’Istituto italiano e unanimemente riconosciuto come uno dei più preparati al mondo nello stile Shotokan.

Una triplice soddisfazione per Ren Bu Kan, condivisa dal presidente Mara Di Giorgio e da Ofelio Michielan, che creò la scuola nel 1971 e che oggi, in qualità di assessore allo sport, si appresta a vivere con entusiasmo la seconda edizione dei mondiali di karate ospitata dalla città di Treviso.

«Quando nacque, 46 anni fa, la nostra scuola poteva contare una dozzina di appassionati di una disciplina allora praticamente sconosciuta – commenta Ofelio Michielan – Oggi contiamo 250 iscritti e circa 1500 praticanti nelle venti società satellite in tutta la provincia di Treviso, nonché un palmares di grande prestigio in ambito agonistico, con 25 titoli italiani, 3 titoli europei e 3 mondiali. Una crescita incredibile, che spiega il grande momento che sta vivendo ora il karate trevigiano: nell’anno in cui la nostra città organizza il suo secondo mondiale (il terzo ospitato in Italia), la nazionale italiana convoca tre atleti di Ren Bu Kan, un risultato mai ottenuto prima nella storia delle convocazioni mondiali».

Tra i tre azzurri di Marca, oltre alla conferma del ventunenne Francesco Ouattara, quasi scontata visto il suo curriculum (campione italiano nel kumite juniores, medaglia di bronzo agli europei di Zurigo del 2014 e argento ai mondiali svoltisi in Polonia nel 2015), figurano le new entry della diciottenne Caterina Dozzo e del diciassettenne Abouba Kone, giovani promesse entrambe protagoniste della recente medaglia d’argento conquistata da Ren Bu Kan nel campionato italiano di kumite a squadre. Un terzetto tutto trevigiano che rappresenterà il Veneto nella selezione dell’Istituto Shotokan Italia insieme a due atleti veronesi: Alessandro Mezzena, campione italiano di kata e bronzo ai mondiali 2015, e Asia Viviani, per tre volte campionessa italiana di kata.