Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arman e Favero: "Troppo tardi, i soci devono essere rimborsati"

MAXI MULTA DA 5,5 MILIONI DI EURO AGLI EX VERTICI DI VENETO BANCA

La Consob contesta irregolaritą nella vendita di azioni e ricapitalizzazioni


MONTEBELLUNA - Maxi multa della Consob agli ex vertici di Veneto Banca. L'autorità di controllo della Borsa e dei mercati finanziari ha imposto all'ex istituto montebellunese, ora in liquidazione, il pagamento di 5,485 milioni di euro complessivi, con obbligo di regresso nei confronti degli specifici autori delle violazioni accertate. È quanto emerge da cinque distinte delibere della Commissione. La sanzione più consistente, in termini monetari, ammonta a 4,145 milioni totali, ripartiti tra 36 ex esponenti di vertice dell'istituto a partire dall'ex amministratore delegato e direttore generale Vincenzo Consoli, multato per 300mila euro). Le contestazioni riguardano varie irregolarità, in particolare "comportamenti irregolari nei finanziamenti concessi ai clienti per l'acquisto di azioni". Una sanzione da 535mila euro totali, rivolta direttamente alla banca, riguarda invece la non correttezza delle informazioni relative alla determinazione del prezzo delle azioni dell'istituto e altre mancate comunicazioni al pubblico. Altri 420mila euro riguardano la scorretta rappresentazione della situazione della banca in occasione dell'aumento di capitale del 2014, mentre 335mila euro riguardano analoghi comportamenti in occasione dell'emissione di bond. Gli ultimi 50mila euro (al solo Consoli) sanzionano "condotte irregolari in relazione all'attività di raccolta di intenzioni di sottoscrizione dell'aumento di capitale 2014". Complessivamente le sanzioni a Consoli ammontano a 540mila euro.