Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Stasera alle 19 prima uscita in precampionato della De' Longhi

INIZIANO LE AMICHEVOLI: TVB A LIGNANO CONTRO TRIESTE

Pillastrini. "Non aspettatevi grandi cose, è ancora presto"


TREVISO - Questa sera alle 19 a Lignano Sabbiadoro prima uscita ufficiale della nuova De' Longhi Treviso Basket nel Torneo di Lignano "Alfiero Bettarini Cup" (Palasport di Viale Europa, biglietto d'ingresso unico a 5 euro da acquistare alle casse esterne), avversaria l'Alma Trieste che sarà una delle compagini di punta nella Serie A2 Girone Est che inizierà l'1 ottobre. A seguire alle 21.15 in campo la GSA Udine (A2 Est) e i campioni d'Italia di Serie A della Umana Reyer Venezia. Sabato alle 19.00 finale 3/4 posto, alle 21.15 finale 1/2 posto. Dopo due settimane di intensi allenamenti, la squadra di coach Pillastrini si presenta a questo primo test amichevole quasi al completo, infatti sarà in campo anche capitan Matteo Fantinelli che pur con un'autonomia ridotta ha iniziato ad allenarsi a pieno regime, mentre sarà ancora assente Matteo Negri che sta completando la rieducazione della spalla operata. Qualche dubbio sull'utilizzo dei giovani De Zardo e Barbante, alle prese con qualche acciacco fisico accusato negli ultimi giorni.“Curiosità ed interesse è bello che ci siano-dice coach Stefano Pillastrini-ma è meglio tener presente che i giudizi sulla nostra prestazione non potranno ancora essere attendibili: in questo momento stiamo facendo cose che non ci permettono di essere brillanti e di giocare bene, la squadra è in costruzione e come sempre in questi casi ci vuole tempo e pazienza. Ad ogni modo stiamo lavorando bene e queste partite sono solo delle tappe che ci faranno avvicinare al campionato.”
Precampionato intenso: è ciò che tu hai preteso.
“Siamo una squadra che ha necessità di giocare assieme, di conoscersi, di prendere il ritmo e di trovare tutte le sue soluzioni di gioco. Chiaramente non è questo il momento di pensare al risultato ma al modo di fare pallacanestro.”
Cosa ti aspetti di vedere in particolare a Lignano?
“Mi aspetto di vedere dai ragazzi un bell’atteggiamento, la ricerca del passaggio al compagno al momento giusto, anche senza la palla. Dobbiamo cominciare a costruire l’affiatamento, la capacità di trovarsi l’uno con l’altro. Ecco gli aspetti più importanti di queste settimane.”
Contento del lavoro sostenuto fino a questo momento?
“Certamente, stiamo facendo esattamente quello che mi sarei aspettato. Poi io dico sempre che non bisogna essere mai del tutto soddisfatti, specie all’inizio quando c’è ancora moltissimo da fare. Non dimentichiamo che per costruire una squadra serve un sacco di tempo, per cui dobbiamo essere orgogliosi dei passi in avanti che la squadra compie quotidianamente.”