Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/282: LA SOLHEIM CUP 2019 PRENDE LA VIA DELL'EUROPA

La squadra del Vecchio Continente si impone sugli Usa nel massimo torneo femminile


GLENEAGLES  (SCOZIA) - La Solheim Cup è la massima espressione del golf delle donne, la sfida al femminile della Ryder Cup, rispetto a cui ha una storia più recente. Ha preso il nome dall’ideatore del torneo, Karsten Solheim, noto fabbricante di attrezzi sportivi conosciuti...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/281: LE PROMESSE DEL GOLF EUROPEO FEMMINILE A VILLA CONDULMER

La padovana Benedetta Moresco trionfa all'Internazionale under 18


MOGLIANO VENETO - È il secondo anno consecutivo che Golf Villa Condulmer ospita questo importante campionato, l’Internazionale femminile under 18; da qui, spunteranno le future Campionesse del Tour europeo. Ben dodici le nazioni partecipanti, oltre all'Italia: Austria, Belgio, Croazia,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/280: OMEGA MASTERS, UN CLASSICO TRA LE ALPI

Nove gli italiani al torneo dell'European Tour


CRANS MONTANA (SVIZZERA) - L’Omega Masters è uno dei tornei classici dell’European Tour. La storia di questo torneo, seppur con diverso nome (all’epoca Swiss Open), risale al 1905. È la tappa svizzera del tour europeo del golf maschile professionistico, in cui si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dall'11 al 17 settembre nella Sala dei Trecento e a Ca’ dei Ricchi, sede di TRA

SOLE LUNA DOC FILM FEST ARRIVA A TREVISO

Al festival di documentari le sezioni Human Rights, The Journey, Shorts


TREVISO - Sarà Treviso, dopo Milano e Palermo la tappa conclusiva della nuova edizione del Sole Luna Doc Film Festival.
L'evento, alla dodicesima edizione, che gode del prestigio dell'assegnazione della Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana è a ingresso libero per tutta la cittadinanza, si svolgerà dall'11 al 17 settembre nella Sala dei Trecento e nella sede dell’associazione TRA a Ca’ dei Ricchi, ed è reso possibile dal prezioso supporto del Comune di Treviso e degli sponsor Consorzio di Tutela Prosecco DOC e Poste Italiane.

Fondato e presieduto da Lucia Gotti Venturato, presidente dell’Associazione Sole Luna – un ponte tra le culture, con la direzione scientifica di Gabriella D’Agostino e la direzione artistica dei registi Chiara Andrich e Andrea Mura, il festival di documentari è membro attivo della rete di Treviso festival, di cui fanno parte anche altri 11 festival che esprimono un'eccellenza culturale del territorio.

Nella sua dodicesima edizione, sono 40 i film che il pubblico potrà scoprire di cui 31 in concorso, divisi nelle sezioni Human Rights, The Journey, Shorts, tutte opere scelte tra le oltre 400 pervenute da tutto il mondo, capaci di mostrare le nuove tendenze del cinema documentario internazionale, di promuovere il dialogo interculturale e prendere le distanze da stereotipi che compromettano l'incontro e la comprensione reciproci.
L'assessore alla Cultura del Comune di Treviso Luciano Franchin, che, ha riconosciuto al festival “la capacità di valorizzare la città come luogo di integrazione e apertura e di creare spazi di riflessione mai banali e mai superficiali su temi di assoluta pregnanza”.
Il Veneto trova ampia rappresentanza nel programma di questa edizione, con tre opere di assoluto pregio e un evento speciale, che avrà luogo l'8 settembre proponendosi come anteprima del festival. Si tratta della proiezione di 5 cortometraggi diretti da autori veneti e selezionati dal Veneto Film Network che verranno proposti al pubblico presso Ca' dei Ricchi a partire dalle ore 18.30: La sedia di cartone di Marco Zuin, L'intruso di Filippo Meneghetti, Anna di Diego Scano e Luca Zambolin, Scorciatoie di Corrado Ceron e il film di animazione El mostro. La coraggiosa storia di Gabriele Bortolozzo di Lucio Schiavon e Salavatore Restivo.
Fuori concorso è l'opera di Giovanni Pellegrini Aquagranda in crescendo, in programma il 14 settembre alle ore 21.00 nella Sala dei Trecento, un film che segue il crescere, dalla fase di ideazione al primo giorno di prove fino alla sera della prima di Aquagranda, l’opera-evento che commemora i 50 anni dalla terribile alluvione che colpì Venezia il 4 novembre 1966. Testimonianze di chi ha vissuto il fatto e interviste ai creatori dell’Opera (il compositore Filippo Perocco, il regista Damiano Michieletto, prima di tutto) arricchiscono un'opera di indubbia suggestione e di produzione veneta.
In concorso troviamo in programma il 15 settembre alle ore 19.30 nella Sala di Trecento Dove vanno le nuvole di Massimo Ferrari, racconto di quattro modelli di accoglienza e integrazione, da Treviso a Riace, passando attraverso Bologna e Padova. In esso trova spazio la vicenda di Antonio Silvio Calò, professore di Storia e Filosofia di Treviso, che per primo ha deciso insieme alla propria famiglia di accogliere 6 rifugiati in casa e per questo è stato insignito con l’Onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e quella di Maurizio Trabuio, presidente della Cooperativa Case a Colori di Padova. L'altro film in concorso è Alain Daniélou. Il labirinto di una vita del regista veneziano Riccardo Biadene, dedicato alla figura di Alain Daniélou, bretone d’origine, figlio di un ministro socialista e con un fratello cardinale, amico di A. Gide e J. Cocteau che nel 1932, con il fotografo svizzero Raymond Burnier, va alla volta dell’India, lasciando un Occidente che non lo soddisfa. Il film, con world premiere a Visions du Réel e la prima nazionale al Biografilm, approda al Sole Luna Doc Film Festival il 15 settembre alle ore 21.00 nel Palazzo dei Trecento.