Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/267: OTTO AZZURRI AL BRITISH MASTERS

Il titolo, primo in carriera, va però allo svedese Kinhult


SOUTHPORT (GB) - È uno dei tornei di più lunga tradizione nel calendario, il Betfred British Masters, che si gioca sul percorso dell’Hillside Golf Club, a Southport, bella località sulla costa occidentale della Gran Bretagna. Sono ben otto i giocatori italiani in gara:...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/266: MANDARE IN BUCA GLI OSTACOLI DELLA VITA

A Sala Baganza, l'open internazionale per disabili


PARMA - Giunto ormai alla 19esima edizione, si è giocato a Parma, nel bel campo da golf del Ducato di Sala Baganza, il torneo internazionale per golfisti paralimpici. Il campo è un parkland, inserito nel Podere d’Ombriano, già antica residenza di caccia dei Duchi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/265: KOEPKA FA SUO IL SECONDO MAJOR DI STAGIONE

Disputato per la prima volta a maggio, il Championship regala spettacolo


FARMINGDALE (USA) - Il secondo major, il Championship, giunto alla 101ª edizione, ha luogo per la prima volta a Farmingdale, nel Long Island, stato di New York, sul difficile percorso del Bethpage Black Course (par 70), che sarà sede della Ryder Cup 2024. È la prima volta che si...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appuntamento promosso dalla Fondazione Fabbri di Pieve di Soligo

LA RIVOLUZIONE DIGITALE CAMBIA LA SOCIETÀ E L'ECONOMIA

Bonomi, Della Puppa e Masiero al Festival della politica di Mestre


MESTRE - Tutto è cambiato, quindi bisogna cambiare. L’economia e la società in pochi anni si sono trasformate con una velocizzazione che dall’avvio della crisi economica ad oggi ha coinvolto tutti i settori. Il motore di questo cambiamento è la rivoluzione digitale che sta modificando, in alcuni casi in modo strutturale, i modelli di produzione, i rapporti con i clienti e la gestione del personale; un passaggio che ha trasformato i rapporti tra i soggetti economici, tra gli attori sociali e anche le funzioni di tutti i soggetti istituzionali. È una rivoluzione nella quale va ripensato il ruolo dei cittadini, degli imprenditori, dei politici degli amministratori.
Il fenomeno che più caratterizza il passaggio al digitale è la disintermediazione che sta iniziando a rimuovere ad esempio gli intermediari nelle catene di fornitura (Amazon docet). Questa stessa logica ha coinvolto ambiti un tempo impensabili, come quello della politica.
Il fenomeno della disintermediazione ha molte facce e va valutato a partire dalla diffusione dell’Information & Communication Technology (ICT) e quindi del predominio anche sociale, e non solo economico, del modo di produzione digitale.
La sfida è passare dal prodotto al processo. L’indirizzo verso una società circolare è il fatto di utilizzare la conoscenza e le informazioni con l’obiettivo dell’inclusione sociale, in linea con le politiche europee; attraverso la gestione del territorio, delle pratiche e dei progetti dobbiamo “includere”, ovvero rendere fruibile, rendere accessibile e quindi circolare la città, le politiche, i servizi.
Una questione cruciale è se la Pubblica Amministrazione sia pronta o meno ad affrontare il compito di fare da sistema a questa evoluzione e chi possono essere i soggetti che aiutano le amministrazioni pubbliche in questo compito. L’argomento è al centro del dibattito e della presentazione del libro ”La società circolare” giovedì 7 settembre alle 18 in piazzetta Battisti a Mestre, nell’ambito del “Festival della Politica”. Saranno presenti: Aldo Bonomi, Federico della Puppa e Roberto Masiero. La cittadinanza è invitata.