Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Ho votato contro l'obbligo, ma le differenze regioni sono dannose"

"IRRESPONSABILE LO SCONTRO DELLA REGIONE VENETO CON IL GOVERNO"

Laura Puppato critica sulla proroga voluta da Zaia


MONTEBELLUNA - "Trovo irresponsabile questo continuo scontro di Zaia e della giunta del Veneto con il governo, che rende insicuro e fragile un intero territorio di particolare valore culturale e produttivo, oggi davvero allo sbando. Nessuno che comprenda che questa ultima trovata crea confusione e insicurezza a decine di migliaia di famiglie?". Lo dice la senatrice del Pd Laura Puppato, eletta in Veneto.
"A prescindere persino dal fatto di convenire con la scelta fatta dal Parlamento su indicazione delle ministre Lorenzin e Fedeli - prosegue Puppato - visto che personalmente ho cercato di modificare con emendamenti e poi votato contro l'obbligatorietà per le scuole materne e l'asilo nido senza possibilità di iscrizione dei bimbi in carenza di vaccinazione, trovo indecente che si proceda senza quel briciolo di buon senso e logica che vuole si applichino le leggi come questa sui vaccini, in tutto il Paese, senza differenziazioni regionali, stupide e dannose".
"Ad ennesima riprova della mancanza di coerenza di Zaia - conclude la senatrice trevigiana -, meno di un mese fa il presidente del Veneto invocava l'autonomia per poter decidere anche cosa fare sui vaccini, cosa non vera visto che l'Alto Adige interpellato da me diede conforto sull'indicazione nazionale vincolante in materia di sanità. Oggi scopriamo che anche una regione ordinaria può essere anarchica. In Veneto nuotiamo nostro malgrado nella follia e nella falsità".